Vertenza Ahlstrom, nuovo incontro ad ottobre

ugo ascoli 3' di lettura 23/09/2008 - Caso Ahlstrom: l’assessore al Lavoro Ugo Ascoli invita alla prudenza.

Caso Ahlstrom: entro il 10 ottobre verrà concordato un nuovo incontro con la direzione aziendale al fine di valutare le possibilità di una concreta e rapida soluzione della vertenza. Questa la novità principale emersa al termine della riunione in videoconferenza con la sede della Confindustria di Torino e la sede della Provincia di Ascoli tra gli amministratori regionali, provinciali, comunali e Daniele Borlatto, direttore generale per l’Italia della multinazionale finlandese.



Nel corso della riunione, i vertici dell’azienda hanno informato sugli esiti dell’incontro di venerdi scorso con il rappresentante della cordata interessata all’acquisto; un incontro “preliminare” nel quale è emersa la volontà da parte dei soggetti interessati di presentare, nel giro di un paio di settimane, un’offerta concreta. La trattativa – è stato ribadito – si presenta piuttosto complessa e il processo per arrivare a una rapida soluzione della vicenda è condizionato dall’esigenza dei nuovi acquirenti di chiarire alcuni dubbi di natura tecnico-commerciale, e soprattutto di risolvere quello che è stato definito il “nodo energetico”: la scarsa disponibilità di produzione di energia, rispetto al fabbisogno industriale, dell’area picena.



Ugo Ascoli, assessore regionale al Lavoro, invita alla cautela ”La trattativa è complessa e difficile, anche perché c’è un problema di finanziamento internazionale che non può essere ridotto a un semplice trattativa tra due persone. Prima delle ferie, la sensazione era che si fosse vicini a una soluzione: la richiesta di ulteriori informazioni conferma, insieme alla disponibilità sinora mostrata, l’interesse reale a concludere da parte degli interessati”. “Nel caso in cui l’offerta venga formulata nei tempi promessi, si può ragionevolmente ipotizzare – ha sottolineato Ascoli - un arco di tre-quattro settimane per arrivare ad una soluzione”.



In riferimento alla richiesta di costruire una centrale di produzione energetica, l’assessore ha assicurato gli amministratori sulla volontà della Regione di aumentare, nell’ambito del Piano energetico ambientale regionale, la produzione energetica, in modo da soddisfare le esigenze delle varie realtà industriali. Alla riunione hanno partecipato, oltre all’assessore regionale, Massimo Rossi, presidente della Provincia di Ascoli, Emidio Mandozzi, vice presidente e assessore provinciale al Lavoro, Piero Celani, sindaco di Ascoli, rappresentanti delle organizzazioni sindacali e delle Rsu e una folta delegazione dei 193 dipendenti dell’azienda che dal mese di gennaio 2008 sono stati collocati in cassa integrazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 23 settembre 2008 - 1119 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, ugo ascoli





logoEV