Il Genio civile mette in sicurezza il torrente Castellano

torrente Castellano 1' di lettura 26/09/2008 - Si sono conclusi nel pieno rispetto dei tempi contrattuali i lavori di messa in sicurezza del torrente Castellano e del costone in frana nei pressi della Cartiera Papale di Ascoli Piceno.

I lavori, costati 120.000 euro e realizzati dalla ditta IMA.TER., non erano più rinviabili dopo che le piogge di aprile avevano aggravato le già preesistenti condizioni di pericolosità del tratto del Torrente e del sovrastante costone che, a sua volta, presentava evidenti segni di instabilità.


L\'operazione è stata coordinata dal dirigente del Servizio Genio Civile della Provincia ing, Stefano Babini mentre la direzione lavori è stata affidata a un altro tecnico provinciale, l\'arch. Emidio Cinesi. Si è proceduto all\'allargamento della sezione di deflusso del Castellano e alla protezione della sponda destra attraverso due ordini di gabbionate poste al di sotto del costone pericolante. Contestualmente, si è intervenuti direttamente sulla scarpata rocciosa prima rimuovendo il materiale instabile e poi consolidando la parete con pannelli di rete in funi di acciaio ad elevata resistenza.


Soddisfazione per la celerità e l\'efficacia dell\'intervento è stata espressa dall\'assessore provinciale al Genio Civile Luigino Baiocco che è riuscito a reperire tra le pieghe del bilancio i fondi necessari per risolvere un problema che peraltro era sotto osservazione già da diverso tempo.









Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 26 settembre 2008 - 3023 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno, torrente castellano





logoEV