Camera di Commercio ascolana: \'L\'autoreferenzialità nulla dà al territorio\'

compagnia delle opere marche sud logo 1' di lettura 09/09/2009 - La situazione di crisi economica che sta attraversando la provincia di Ascoli richiede un forte senso di responsabilità che, facendo appello alla forza di un’esperienza viva, sappia esprimere un’azione in cui la passione per il bene comune superi un’autoreferenzialità che nulla può dare al territorio.

L’autoreferenzialità al contrario sempre sottrae risorse e non valorizza possibilità che potrebbero creare sviluppo per tutti. Tale consapevolezza è presente in buona parte della società civile e coinvolge oggi i vari livelli istituzionali in un’azione comune che costituisce la vera speranza per lo sviluppo del territorio.


Desta preoccupazione invece il metodo sino ad ora utilizzato per il rinnovo del consiglio camerale della CCIAA di Ascoli in cui abbiamo osservato una chiusura autoreferenziale che si è concentrata esclusivamente su una logica spartitoria di piccole illusioni di potere escludendo importanti realtà della provincia, senza confrontarsi con il contesto locale che richiede il coraggio di una nuova immagine dell’ente, di un rapporto costante con gli altri livelli istituzionali, di scelte innovative che sappiano affermare la presenza di una Camera effettivamente a servizio delle imprese del territorio.


Faccio appello al senso di responsabilità delle persone delle varie categorie che sono state nominate nel consiglio camerale affinché, nei prossimi atti che saranno chiamati a compiere, diano un chiaro segno di una inversione di metodo che permetta di attuare una necessaria discontinuità ed avviare un processo di rinnovamento ed affiancamento dell’ente a tutte le altre realtà istituzionali del Piceno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2009 alle 16:49 sul giornale del 09 settembre 2009 - 1081 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno, Compagnia delle Opere Marche Sud





logoEV