Il cuore si aiuta anche andando in bicicletta

bicicletta 3' di lettura 26/09/2009 - Domenica 27 settembre si è tenuta in tutta Italia la “Giornata del Cuore” per sensibilizzare l’opinione pubblica su come prevenire malattie cardiovascolari.

E’ stato ampiamente dimostrato che una leggera e quotidiana attività fisica favorisce la circolazione sanguigna e la solidità delle fibre muscolari. Una delle attività motorie consigliate dai medici è proprio l’andare in bicicletta; Il pedalare è un tipo di attività aerobica, i muscoli cioè utilizzano prevalentemente l\'ossigeno introdotto con la respirazione. Questo porta a tutta una serie di benefici tipici di questo tipo di attività:

- Favorisce la circolazione del sangue causando una maggiore ossigenazione dei tessuti. - Il cuore si rafforza rallentando così la frequenza cardiaca e aumentando la gittata sistolica. - Favorisce il ritorno del sangue al cuore, combattendo così i gonfiori e le vene varicose. - Riduce l\'ipertensione e tende ad abbassare colesterolo e glicemia. - Aiuta a dimagrire, in quanto implica un elevato consumo calorico senza il rischio di traumi ai legamenti o alle articolazioni, come può essere per altre attività.

Gli Amici della Bicicletta ci tengono a sottolineare che questi benefici non s ono solo appannaggio dei tanti ciclisti sportivi che si riversano nei weekend nelle nostre strade, ma anche e soprattutto dei ciclisti urbani , di quelli cioè che usano la bicicletta per gli spostamenti quotidiani, per andare a lavoro o a fare la spesa. Al contrario, recarsi al lavoro in auto non è salutare per il nostro cuore. Chi utilizza l\'automobile per gli spostamenti tra casa e ambiente di lavoro pare vada incontro, infatti, ad un rischio di infarto e di attacchi di cuore maggiore del 70% rispetto a chi si reca al lavoro a piedi, in bicicletta o con i mezzi di trasporto pubblici. Questo è quanto emerge da uno studio effettuato da ricercatori svedesi. L\'attività fisica riveste un ruolo centrale nella prevenzione degli eventi cardiovascolari e secondo Patrik Wennberg, responsabile della ricerca, effettuare una regolare e moderata attività fisica per recarsi nella sede di lavoro rappresenta la miglior strategia per salvaguardare il nostro cuore, specialmente nel caso di impieghi d\'ufficio particolarmente sedentari. Anche una recente inchiesta della FADOI (medici internisti) ha evidenziato che i soggetti (età media 72 anni) i quali, all\'età di 20-30 anni, hanno pedalato in media un ora al giorno, hanno una riduzione anche del 50% dei rischi di osteoporosi e di malattie cardiovas colari.

Risultato importante per la verifica a distanza degli effetti positivi dell\'attività fisica. E allora l’invito che gli AdB lanciano in occasione della Giornata del Cuore è rivolto a tutti quelli che per andare al lavoro percorrono pochi chilometri in auto… “usate la bicicletta e oltre alla salute farete bene all’ambiente, migliorerete il vostro umore e risparmierete un bel po’ di euro…” Oltre a questo, gli AdB ricordano che sono attivi da venerdi i nuovi incentivi statali per l’acquisto di biciclette tradizionali – uno sconto del 30% fino ad un massimo di 200 euro.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2009 alle 12:06 sul giornale del 28 settembre 2009 - 2598 letture

In questo articolo si parla di attualità, bicicletta, ascoli piceno, ciclisti, biciclette, Amici della bicicletta





logoEV