Coldiretti: cala la produzione ma cresce la qualità dell\'olio d\'oliva

1' di lettura 28/01/2010 - Cala la produzione del 15 per cento, ma cresce la qualità dei circa 20mila ettolitri di olio d’oliva produttori sul territorio.

E’ quanto rileva Coldiretti Ascoli Fermo, nel sottolineare che alla base degli ottimi risultati raggiunti c’è il lavoro fatto dalle imprese sul fronte della qualificazione delle proprie produzioni.


A tale proposito, l’Aprol, Associazione dei produttori olivicoli, ha organizzato a Fermo un corso di potatura dell’olivo che si terrà dal 10 al 25 Febbraio 2010. Le iscrizioni dovranno pervenire entro il 4 febbraio (info: 0736/253488).


Il corso rappresenta un’opportunità di lavoro poiché coloro che frequenteranno le lezioni e conseguiranno l’idoneità al Concorso regionale di potatura, organizzato annualmente dall’Assam, potranno iscriversi all’Elenco regionale degli operatori abilitati alla potatura dell’olivo. Un’attenta cura della pianta è alla base della futura qualità dell’olio, ma le aziende nostrane sono oggi costrette a ricorrere a manodopera da fuori regione, mancando professionalità sul posto. Senza dimenticare che proprio da questo territorio viene il vicecampione nazionale di potatura dell’olivo, l’offidano Tiziano Aleandri.


Il corso avrà una durata complessiva di 30 ore di cui 9 ore dedicate a lezioni teoriche e 21 ore di esercitazioni e lezioni pratiche in campo e sarà condotto da qualificati docenti dalla collaudata esperienza nello svolgimento di Corsi in ambito nazionale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-01-2010 alle 17:57 sul giornale del 29 gennaio 2010 - 1178 letture

In questo articolo si parla di economia, agricoltura, coldiretti, potatura, olio di oliva





logoEV