IX appuntamento delle passeggiate primaverili

1' di lettura 08/06/2010 -

IX appuntamento delle passeggiate primaverili. Questa volta vi porteremo nell'angolo più isolato e selvaggio dei monti della Laga.

Poco accessibile, scomodo da raggiungere anche in auto, ma d'incomparabile bellezza, il Bosco Martese (immerso nella Valle del Rio Castellano), è sicuramente una delle perle offerte dai Monti della Laga al visitatore attento. Il Bosco si trova nel versante teramano della Laga, e per visitarlo occorre giungere al Ceppo, a circa 35 km da Teramo. Sicuramente i periodi migliori per apprezzarne la bellezza, sono la primavera inoltrata e l'autunno con l'esplosione dei colori.



La primavera, in questo angolo nascosto della Laga, è una festa dell'acqua. Cascate, ruscelli, scivoli. Il borbottio dei torrenti carichi e il rumore del tonfo dell'acqua alla base delle tante cascate fanno da colonna sonora all'escursionista. Inoltre orchidee spontanee, fioriture varie e numerosi uccelli di bosco, catturano l'interesse del visitatore. La nostra esperta guida Giorgio Marini ci aiuterà a riconoscere i segni della fauna e le principali specie floreali ed arboree presenti tra le quali faggi e rarissimi abeti bianchi.

La sorpresa finale è la magnifica cascata, davvero impressionante con uno spettacolare salto di 40 metri, che in questo periodo ha la sua massima portata di acqua per lo scioglimento delle nevi sulle cime circostanti, tutte ben al di sopra dei duemila metri.


dalla Associazione Guide Turistiche e Naturalistiche di Ascoli Piceno e Fermo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2010 alle 17:42 sul giornale del 09 giugno 2010 - 706 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, ascoli, Associazione Guide Turistiche e Naturalistiche di Ascoli Piceno e Fermo





logoEV