Studenti in piazza per protestare contro il ministro Gelmini

Maria Stella Gelmini 2' di lettura 04/12/2010 -

Sabato mattina davanti all'ITCG “Umberto I” i militanti del Blocco Studentesco hanno organizzato un sit-in di protesta contro alcuni punti della “riforma Gelmini”, supportati da oltre 300 studenti dell'istituto.



Una mobilitazione sentita, che dopo aver toccato le principali città e università d'Italia si estende a macchia d'olio raggiungendo anche Ascoli Piceno. "Siamo scesi in campo per ribadire la nostra opposizione ai tagli pari a 6 miliardi di euro in 3 anni previsti per la scuola pubblica e a al raddoppiamento dei fondi destinati alla scuola privata, da 145 a 230 milioni di euro" – ha spiegato Davide Assogno, portavoce ascolano del movimento.

"La risposta degli studenti è stata positiva. Il Blocco Studentesco – continua Assogno – ha portato in piazza il consueto stile, intonando cori e slogan, accendendo torce e fumogeni che hanno colorato la mattinata". "Il sorriso sulle labbra dei ragazzi – conclude Davide Assogno – è e continuerà ad essere il motore per tutte le nostre mobilitazioni. Contro l'apatia e l'immobilismo, che da troppo tempo contraddistingue gli studenti ascolani, il Blocco Studentesco rappresenta una ventata d'aria fresca e di innovazione".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2010 alle 16:54 sul giornale del 06 dicembre 2010 - 868 letture

In questo articolo si parla di politica, mariastella gelmini, riforma scolastica, Blocco studentesco Ascoli, ministero dell'istruzione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/e9r