Confartigianato: 'Tutelare la costa, il turismo risorsa fondamentale per la nostra economia'

san benedetto 2' di lettura 30/12/2010 -

Confartigianato Imprese delle province di Fermo ed Ascoli continua ad esprime la propria preoccupazione per i gravi danni agli arenili e agli stabilimenti causati dalle mareggiate di Natale.



Secondo Confartigianato nonostante sia stato definito un programma triennale di interventi per far fronte all’erosione delle coste presentato recentemente dall’Assessore Donati, la realizzazione di opere a difesa della costa marchigiana già realizzata non è sufficiente. Serve la definizione e l’attuazione di quel programma di interventi che in più occasioni è stato ribadito essere l'unica modalità operativa capace di contribuire ad un'efficace risoluzione della problematica dell'erosione costiera, un impegno assunto dalla Regione nel corso dei molteplici incontri con gli Enti Locali e gli operatori del settore ed anche richiesto dalla Confartigianato Turismo". Ma è opportuno muoversi con determinazione ed efficacia e Confartigianato si augura che vengano individuati congrui stanziamento per il ripascimento delle scogliere e per il ripristino delle spiagge erose onde ottenere la risoluzione dei danni causati al litorale della provincia fermana colpita dalle mareggiate recenti che non hanno risparmiato neanche i lidi dei comuni di Fermo, Porto Sant’Elpidio e Pedaso. Confartigianato quindi rivolge un appello all’Assessore regionale Donati affinché intervenga urgentemente e concretamente per creare tutte le condizioni per una protezione delle coste e delle strutture turistiche e commerciali esistenti onde consentire un avvio normale della stagione turistica che come sempre, sarà una grande opportunità sia per gli operatori di spiaggia ma anche per tutte le attività artigianali e commerciali coinvolte nella filiera turistica come pure per l’intera economia costiera e dell’entroterra.

Il turismo balneare sottolineato Confartigianato è bene ricordarlo è la principale fonte di ricchezza del nostro territorio ed elemento importante di attrazione di centinaia di migliaia di visitatori che poi dal mare si spingono nel nostro entroterra apprezzando sia le produzioni tipiche artistiche ed agroalimentare che la nostra natura e le bellezze paesaggistiche, che rendono la marca fermana ed il piceno territori di grande attrazione. Per questo Confartigianato, chiede a tutti i soggetti interessati di adoperarsi per trovare le risoluzioni idonee ed a non provocare ulteriori danni all'ecosistema marino. Tutto questo dovrà essere realizzato con risorse della Regione, con il contributo dello Stato e dei comuni attuando interventi di riqualificazione ambientale e difesa del tratto di costa fermana e picena, tutelando un bene come i nostri arenili che sono le risorse oggi più importanti per lo sviluppo dell'economia locale e marchigiana, uno sviluppo che dal turismo balneare trae enormi risorse e permette al territorio di riconvertirsi sostituendo settori in forte crisi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2010 alle 15:44 sul giornale del 31 dicembre 2010 - 1048 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, turismo, san benedetto, costa, mareggiata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fVW





logoEV