Nuova bretella tra la strada provinciale Valtesino e il casello autostradale, firmato l'accordo di programma

07/09/2011 -

Dopo un iter amministrativo rapidissimo, iniziato appena un anno fa, il Presidente della Provincia Piero Celani e il Sindaco di Grottammare Luigi Merli hanno firmato oggi, a Palazzo San Filippo, l’accordo di programma riguardante l’area di proprietà della società “SWM COSTRUZIONI 2 S.p.a” .



Il documento prevede, tramite variante urbanistica, la realizzazione di importanti opere pubbliche a totale carico del privato attuatore, tra cui, la nuova bretella di raccordo con il casello di Grottammare e la messa in sicurezza dell’assetto ideologico della Valtesino con investimenti nei prossimi 12 mesi di un milione e 600 mila euro. Opere di miglioramento idraulico essenziali, a cui ha anche lavorato il funzionario Alessandro Galosi del Servizio Genio Civile della Provincia, che includono, tra l’altro, la ristrutturazione dei 3 sottopassi stradali del Fosso San Biagio.

Di rilievo nell’accordo anche la cessione gratuita del lotto 4 alla Fondazione Carisap con l’idea di realizzare, nei circa 9200 mq interessati, la cosiddetta Grande Opera, una struttura polivalente che serva come area di spettacoli e convegni, piccole fiere e convention con intorno sale di valorizzazione di specificità del territorio e, magari, un museo multimediale.

Gli amministratori, presenti il dirigente del Servizio Urbanistica della Provincia dott. Domenico Vagnoni, i funzionari dell’Ente ing. Maria Giuseppina Ballatori, l’arch. Anna Casini, oltre al Segretario comunale dott.sa Angela Piazzola e ai tecnici del comune di Grottammare arch. Fabio Menzietti e arch. Liliana Ruffini, hanno illustrato gli importanti interventi previsti come la realizzazione di 2 nuove rotatorie, di un nuovo tratto di strada provinciale e di un parco fluviale di circa un ettaro che farà da cuscinetto tra fiume e nuova bretella. E’ anche intervenuto il titolare dell’impresa “SWM COSTRUZIONI 2 S.p.a” Gaetano Malavolta che ha espresso soddisfazione per i tempi di realizzazione e l’impegno del Presidente Celani e del Sindaco Merli nonché dei tecnici comunali e provinciali.

“E’ un accordo importante per Grottammare - ha dichiarato il Sindaco Merli – perché permette una grande trasformazione di una zona nevralgica del territorio e molte opere a beneficio della comunità come percorsi ciclo – pedonali, impianti fotovoltaici, parcheggi pubblici e la costruzione di un centro ricreativo di quartiere, chiavi in mano, di circa 250 metri quadri”.

“E’ un accordo di valenza provinciale a vantaggio dell’intero territorio - ha evidenziato il Presidente Celani - che dimostra che quando le istituzioni lavorano in squadra, con equilibrio e saggezza, nell’esclusivo interesse della comunità, si raggiungono i risultati. E’ un accordo innovativo, pilota a livello nazionale - ha aggiunto Celani - perché consente di realizzare opere di interesse pubblico fin da subito superando lungaggini burocratiche e monitorando costantemente sul campo i vari step fino al completamento delle infrastrutture e volumetrie previste.”

NOTA TECNICA AGGIUNTIVA

La zona interessata ricade parzialmente all’interno del comparto di P.R.G. denominato “Progetto Norma n. 16” e per la residua porzione in zona Agricola E sviluppando una superficie totale pari a mq 81.580; mentre il volume derivante dalle nuove previsioni è di mq 85.100 distribuito su una superficie fondiaria corrispondente a mq 28.400

Di rilievo nell’accordo la cessione del lotto 4, situato centralmente al comparto, destinato alla realizzazione della cosiddetta Grande Opera e la ristrutturazione dei tre sottopassi stradali del Fosso S. Biagio che rappresentano importanti opere di mitigazione del rischio idraulico insieme ad altri interventi destinati a tale finalità.

gli interventi privati legati all’attuazione dell’accordo sono:

LOTTO n. 1 di superficie pari a mq 5000 atto ad ospitare un edificio a destinazione Artigianale/ Servizi avente volume massimo pari a mc 15.000 con superficie coperta max di mq 1.500 distribuita su tre piani;
LOTTO n. 2 di superficie pari a mq 14.900 studiato ed attrezzato per ospitare un edificio a destinazione Turistico-ricettivo / Commerciale / Terziario avente volume massimo pari a mc 50.100 mc i distribuiti su quattro piani da destinare a motel (100 camere circa) ad attività commerciali (media struttura con area di vendita massima pari a 2.500 mq), attività di servizio (ristorante, bar ecc.) ed attività terziarie (centro benessere, centro fitness, sala giochi, ecc).
LOTTO n. 3 di superficie pari a mq 8.500 atto ad ospitare un edificio a destinazione direzionale e commerciale che si svilupperà per 20.000 mc su tre piani;
Impianto fotovoltaico privato

Saranno infine installati ulteriori moduli fotovoltaici a servizio del proponente sul parcheggio pubblico previsto in aggiunta a quelli da cedere alla Pubblica Amministrazione, per una superficie di mq 1.500.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-09-2011 alle 18:16 sul giornale del 08 settembre 2011 - 1006 letture

In questo articolo si parla di politica, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/o8a