Lotta ai tumori del seno: continua il progetto 'S.I.I.DI' per la prevenzione

tumore al seno 2' di lettura 23/02/2013 - Sta proseguendo il progetto “S.I.I.DI” realizzato dalla Cooperativa Sociale DLM e dalla Komen Onlus, un’organizzazione senza scopo di lucro basata sul volontariato, che opera dal 2000 nella lotta ai tumori del seno. E’ il primo affiliato europeo della “Susan G. Komen for the Cure” di Dallas, la più grande istituzione internazionale impegnata da oltre 30 anni in questo campo.

Nel territorio della regione Marche tale iniziativa è stata avviata nello scorso mese di settembre ed è riuscita a coinvolgere numerose donne immigrate che, spesso, sono purtroppo escluse da simili iniziative di prevenzione.

Il progetto, realizzato da operatori qualificati, ha cercato di promuovere la cultura della prevenzione sanitaria tra le numerose donne immigrate che sono presenti nel territorio della Regione Marche ed in particolare degli Ambiti sociali territoriali n. VIII, XXI, XXII e XXIII.

“A livello mondiale il cancro al seno è il più frequente tumore maligno che colpisce le donne, con almeno un milione di nuovi casi all’anno – dicono i promotori dell’iniziativa – ma nonostante questo aumento vertiginoso di cancro al seno si può guarire, molto dipende dalla capacità delle donne di sapere come prevenirlo. Proprio per questo è necessario fare una mammografia regolarmente ogni due anni, a partire dal cinquantesimo anno di età, ed eseguire con cura e regolarità l’autopalpazione. Se la malattia viene diagnosticata nella fase iniziale, la percentuale di successo del trattamento si avvicina al 90%”.

Nel corso del progetto è stato possibile informare numerose donne immigrate del territorio sulla possibilità di effettuare visite preventive e di effettuare la radiografia delle mammelle specificando che la dose di radiazioni emessa dagli apparecchi mammografici è minima e non causa alcun rischio per la salute.

“La mammografia – si legge nell’avviso distribuito - va fatta anche in assenza di segni o sintomi poiché è un esame in grado di svelare le più piccole lesioni non ancora palpabili o le micro calcificazioni che possono essere l’espressione di una iniziale proliferazione di cellule tumorali”.


da Cooperativa Sociale Don Lorenzo Milani





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-02-2013 alle 16:03 sul giornale del 25 febbraio 2013 - 676 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, Cooperativa Sociale Don Lorenzo Milani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/JSY





logoEV