Padre costringe la figlia a fotografarlo mentre si masturba, condannato

Tribunale Giustizia 1' di lettura 04/04/2013 - È stato condannato a 6 anni e mezzo di reclusione l’uomo che lo scorso 2 Giugno era stato arrestato per aver costretto la figlia sedicenne a fotografarlo nudo mentre si masturbava.

La torbida vicenda, iniziata nel 2010, si conclude con la condanna predisposta il 3 Aprile 2013 dal Tribunale di Ascoli che prevede, oltre al carcere, anche l’interdizione dai pubblici uffici, la perdita della patria potestà e il pagamento dei danni da risarcire alla figlia insieme alle spese processuali.

Gli avvocati difensori del padre pedofilo, Antonio Talamonti e Pierluigi Acciaferri, hanno già annunciato che ricorreranno in appello, dopo aver evitato la condanna a 12 anni di reclusione richiesta in primo grado dall’accusa, poichè non era stato consumato nessun rapporto fisico tra l’uomo e la vittima.


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 04-04-2013 alle 10:41 sul giornale del 05 aprile 2013 - 636 letture

In questo articolo si parla di cronaca, tribunale, giustizia, avvocato, pedofilia, giudice, gabriele ferretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/LmO


Tiziana Felicetti

05 aprile, 14:10
Io arresterei pure gli avvocati CHE SCHIFO!!!!!




logoEV