Condannato ad un anno e mezzo il rumeno che accoltellò il compagno della madre

Tribunale Giustizia 1' di lettura 11/04/2013 - È stato condannato a 18 mesi di carcere Mircea Ciolan, il rumeno di 28 anni che il 5 marzo di 4 anni fa aveva accoltellato al braccio il compagno di sua madre durante una lite furibonda, nella frazione di Tronzano.

La rissa era iniziata perché Ciolan aveva provocato la sorella dell’uomo, il che aveva presto condotto i due alle mani. Nel tentativo di difendersi, il rumeno ha accoltellato al braccio il suo rivale.

Ciolan ha avuto la peggio nello scontro, tanto che nei giorni successivi fu costretto al ricovero in ospedale per le lesioni subite.

Al 28enne è stata riconosciuta la legittima difesa, il che ha contribuito a ridurre la richiesta iniziale di 4 anni. Al rumeno è stato imputato il solo reato di lesioni, punito con la pena di un anno e mezzo di reclusione.


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 11-04-2013 alle 13:45 sul giornale del 12 aprile 2013 - 523 letture

In questo articolo si parla di cronaca, tribunale, ascoli piceno, giustizia, avvocato, accoltellamento, giudice, gabriele ferretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/LFu





logoEV