Violenza ed estorsione sul coinquilino. Arrestato un ascolano

polizia 1' di lettura 16/04/2013 - E’ stato arrestato dagli uomini della Squadra Mobile di Ascoli Piceno con l’accusa di violenza ed estorsione, nel pomeriggio di lunedì 15 aprile, Paolo Armillei, 49 anni, mentre si trovava nella sua abitazione di via Cantalamessa.

L’uomo era stato accusato anche di lesioni, maltrattamenti ed altri reati dal coinquilino con cui condivideva un appartamento del centro di cui ne era anche proprietario.

La gravità della situazione si ripercuoteva anche sui residenti delle abitazioni vicine, che più volte hanno esposto denuncia nei confronti di Armillei per le urla e i rumori provenienti dal suo appartamento. T.M., suo coinquilino, era finito al Pronto Soccorso in più di un’occasione a causa delle percosse inflittegli quando si rifiutava di accondiscendere alle pretese dell’uomo che, non essendo in possesso di un lavoro, estorceva denaro al suo padrone di casa in maniera coercitiva.

Nel pomeriggio di lunedì 15 aprile, l’incubo di T.M. è finalmente terminato con l’arresto di Armillei, il quale si trova ora in custodia cautelare presso il carcere di Ascoli Piceno.


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 16-04-2013 alle 18:49 sul giornale del 17 aprile 2013 - 581 letture

In questo articolo si parla di cronaca, violenza, arrestato, gabriele ferretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/LSa





logoEV