Gli servivano 150 euro. Sessantenne ascolano disoccupato tenta la rapina a Matelica

Crisi economica 1' di lettura 18/04/2013 - Per soli 150 euro un sessantenne ascolano ha tentato la rapina in una banca di Matelica, nel pomeriggio di mercoledì 17 aprile. L’uomo era stato avvistato fuori dall’istituto di credito con in mano un oggetto appuntito, probabilmente un coltello.

All’arrivo dei Carabinieri, il sessantenne non ha opposto resistenza e si è spontaneamente consegnato alle Forze dell’Ordine, dichiarando di aver bisogno di 150 euro e di essere in notevoli difficoltà economiche da quando aveva perso il suo lavoro di operaio, un anno fa.

L’uomo è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico, ma in evidente stato di shock.

Questa, come molte altre vicende simili, non è altro che l’ennesimo segno di una crisi che induce le persone a compiere gesti sconsiderati per mancanza di lavoro e di denaro.


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 18-04-2013 alle 15:21 sul giornale del 19 aprile 2013 - 673 letture

In questo articolo si parla di cronaca, rapina, crisi, gabriele ferretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/LXh