Tenta di gettarsi dalla finestra del Comune: salvato dal sindaco

ambulanza 1' di lettura 23/04/2013 - Scene di terrore nella tarda mattinata di lunedì 22 al Comune di Ascoli Piceno. G.A., disoccupato di mezza età con problemi economici, con un passato da pugile, ha minacciato di buttarsi da una finestra.

L'uomo, intenzionato a raccontare al primo cittadino la propria situazione e le difficoltà che stava incontrando dopo la separazione dalla moglie e la perdita del lavoro, ha perso il senno ed era pronto al folle gesto.

L'azione, avvenuta davanti al gabinetto del sindaco, all'ultimo piano del palazzo Arengo, nei pressi della segreteria, è stata sedata da Guido Castelli in persona, prontamente avvisato e subito intervenuto sul posto. G.A., prima di essere accompagnato in ospedale, ha avuto modo di spiegare a Castelli le motivazioni che l'avevano spinto al gesto e si è calmato.

La dura situazione economica che sta attraversando il nostro paese così come il Piceno, unita alla dilagante disoccupazione, abbandona troppo spesso le persone più fragili nelle mani dei soli sindaci, non sempre nelle condizioni, per mancanza di fondi, di poter affrontare la totalità delle emergenze.


di Rocco Bellesi
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2013 alle 16:08 sul giornale del 24 aprile 2013 - 477 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, Comune di Ascoli Piceno, guido castelli, rocco bellesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/L0g





logoEV