Nuovo corteo di protesta per i lavoratori Haemonetics. Previsto nuovo incontro con le istituzioni

usb logo 30/06/2013 - I 185 lavoratori dello stabilimento Haemonetics di Ascoli Piceno hanno promosso, insieme ad USB e UGL un nuovo corteo di protesta per mercoledi 3 luglio, alle 9,30 del mattino.

Gli operai e le operaie della fabbrica che rischia di chiudere i battenti gà da agosto, si ritroveranno in Piazza Giacomini, ad Ascoli per manifestare in tutto il centro e arrivare in Piazza Simonetti, dove si terrà un presidio e poi una delegazione di sindacalisti e dipendenti sarà ricevuta dal Presidente della Provincia Piero Celani e da un dirigente della Prefettura, che fare il punto della situazione e verificare lo stato della trattativa tra la Regione Marche e l'azienda, anche in relazione all'ipotesi del tavolo ministerale di crisi chiesto da Celani e dai sindacati.

''Facciamo a appello non solo a tutti i lavoratori del comprensorio, ai residenti , agli abitanti di Ascoli - dice Quaglietti, segretario dell'USB - ad appoggiare e a partecipare al corteo di mercoledi 3 luglio, ma anche e soprattutto alle forze e categorie economiche, e alle organizzazioni principali come Confcommercio, Confartigianato e tutte le altre rappresentantive degli interessi locali. L'ennesima chiusura di una fabbrica nell'ascolano rappresenterebbe un nuovo colpo all'economia locale, con un impatto sempre più grande per le attività commerciali e dei servizi di tutta la città e la sua provincia. Per questo è fondamentale sostenere direttamente la nuova iniziativa di protesta sull'Haemonetcs''.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2013 alle 10:53 sul giornale del 01 luglio 2013 - 703 letture

In questo articolo si parla di lavoro, ascoli piceno, proteste, disoccupazione, chiusura, fabbrica, Piero Celani, USB Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/OSE