'Vivere Senzaetà': disabili, si torna agli Istituti?

Disabilita' 26/07/2013 - Non meno di 20 persone ospiti di ogni residenza. Questo è quanto ha deciso la Regione Marche con una delibera che ridefinisce gli standard di personale nei servizi per la salute mentale, anziani non autosufficienti, persone con demenza e disabili.

L'importante questione è stata sollevata da Roberto Zazzetti, presidente dell'associazione di volontariato 'La Meridiana' di Ascoli Piceno.

"Si prevede l’accorpamento con altri moduli così che ogni struttura abbia una capacità recettiva non inferiore a 40-60 posti - ha dichiarato il presidente Zazzetti - si auspica, nello stesso atto, la coesistenza all’interno della stessa struttura di servizi rivolti a diverse tipologie di utenti (salute mentale, disabili, anziani). Un ritorno alla logica degli instituti che si riteneva conclusa da anni. Ma non è tutto."

"La Delibera della Regione Marche costringerà di fatto le persone con disabilità a scegliere forzatamente la via degli Istituti - prosegue Zazzetti - mentre sono in corso valutazioni legali per ricorrere contro la Deliberazione delle Marche per violazione della Convenzione ONU, la FISH ha predisposto una segnalazione, caldeggiando un intervento di censura, al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali oltre che all’Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità."





Questo è un articolo pubblicato il 26-07-2013 alle 17:25 sul giornale del 27 luglio 2013 - 830 letture

In questo articolo si parla di disabili, attualità, regione marche, anziani, ascoli piceno, residenza anziani, disabilità, delibera, Vivere Senzaetà, roberto zazzetti, associazione la meridiana, istituti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PXd

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere Senza Età