CIIP: botta e risposta tra Celani e il PD. Le parole del capogruppo Corradetti

1' di lettura 01/08/2013 - Predicare bene e razzolare male è quello che il Presidente della Provincia, nonché ex Sindaco di Ascoli Piero Celani ha fatto e, evidentemente, continua a fare da anni. Appare quanto mai singolare che non abbia la decenza di tacere ed intervenga sulla questione delle nomine CIIP con un fare di quasi superiorità morale.

Proprio lui che ha gestito qualsiasi tipo di nomina ed in particolare quelle negli enti partecipati con l’esclusivo metodo della spartizione del potere finalizzata al consolidamento del consenso.

L’esempio lampante è costituito dalle ultime nomine al Consorzio Universitario Piceno, dove, anziché fare uno sforzo per individuare figure competenti e indipendenti ha preferito scegliere nuovamente la spartizione e l’occupazione del potere nominando nuovamente un suo Ex Vice Sindaco defenestrato Achille Buonfigli (che molti davano come possibile successore dell’allora Sindaco Celani) rimborsandolo politicamente con la nomina a Presidente del CUP.

La nuova nomina di oggi, è evidente, ha ragioni diverse, ma attengono sempre ad una gestione inaccettabile delle nomine degli enti partecipati.

Celani ha avuto una buona occasione per dimostrare di avere la volontà di invertire la tendenza ma l’ha persa con le ultime nomine al CUP.

Avrebbe sicuramente fatto bene a tacere dopo avere confermato di fare pienamente parte di un vecchio e non più accettabile modo di fare politica.


da Stefano Corradetti
capogruppo Pd
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2013 alle 12:50 sul giornale del 02 agosto 2013 - 657 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, polemica, CIIP spa, consorzio, stefano corradetti, partito democratico ascoli, consiglio di amministrazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QaR





logoEV