La Provincia aderisce alla Giornata di digiuno e preghiera per la Siria

06/09/2013 - Il consigliere Camillo Ciaralli, in qualità di Presidente della Consulta Provinciale per la Pace, ha aderito alla giornata di digiuno e di preghiera per la pace in Siria e in tutto il Medio Oriente indetta per sabato 7 settembre da Papa Francesco.

''Con grande convinzione e speranza - dichiara il Consigliere Ciaralli - ho inteso rispondere all'invito rivolto dal Santo Padre a compiere un gesto simbolico di condivisione e vicinanza nei confronti del popolo siriano che sta soffrendo le conseguenze di un conflitto sempre più cruento e devastante giunto fino al presento uso assurdo e sconsiderato di armi chimiche. E' importante che anche le istituzioni locali facciano proprio il messaggio forte sintetizzato nelle parole 'mai più la guerra''.

Anche il Presidente della Provincia Piero Celani e il Vice Presidente e Assessore alle Politiche Sociali Pasqualino Piunti hanno aderito all'iniziativa rilanciata dal Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani.

''Per scongiurare i rischi di un conflitto che può diventare regionale, se non mondiale, è fondamentale favorire una grande mobilitazione internazionale, a tutti i livelli - sottolineano Celani e Piunti - per promuovere il percorso di una soluzione politica e negoziale, mettendo anche in atto ogni sforzo per garantire una assistenza umanitaria alle vittime ed ai profughi. In questa prospettiva, certamente giunge opportuna e di grande spessore l'iniziativa del Pontefice che rappresenta un segnale importante rivolto non solo ai credenti, ma tutti gli uomini e donne di buona volontà ad operare in direzione della pace e della fratellanza tra i popoli e le civiltà''.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-09-2013 alle 15:00 sul giornale del 07 settembre 2013 - 853 letture

In questo articolo si parla di attualità, protesta, sciopero, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno, guerra, siria, pontefice

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/RoT