Haemonetics, UGL: 'Ripartenza del sito produttivo con una nuova cordata imprenditoriale'

UGL 11/09/2013 - Lavoro sviluppo ed occupazione, le parole d’ordine delle maestranze Haemonetics. Basta chiusure di fabbriche, no a cammini di disoccupazione. Il territorio, i lavoratori, la nostra economia hanno bisogno di una svolta. Non ci rassegneremo mai che la Haemonetics rimanga chiusa e che lo stabilimento ascolano sia preda di appetiti e speculazioni senza lavoro e senza occupazione.

Certamente porteremo avanti con la Haemonetics tutte le trattative a salvaguardia dei diritti e degli interessi dei 185 lavoratori perché la Multinazionale Americana, eccellenza nel settore del sangue riscatti anche eticamente il tradimento ed il dramma che ha generato a 185 famiglie. Lo ripeteremo mille volte ed in mille lingue diverse; è inaccettabile che la Haemonetics continui a realizzare grossi affari con la sanità italiana e poi chiuda l’unico stabilimento che è in Italia, quello di Ascoli Piceno.

Il cammino aperto della procedura di mobilità è ancora lunga. L’incontro avvenuto martedì in Confindustria è una tappa; la proposta della Haemonetics per il loro piano B è assolutamente insufficiente sul terreno economico, anche comparativamente con il contenzioso giuridico in essere continueremo le interlocuzioni con il prossimo incontro del 25 settembre già programmato in Confindustria. Ma è il piano A, la ripartenza della fabbrica medicale sotto altra ragione sociale, che solo può sciogliere i nodi intricati di razionalità, sviluppo, occupazione e passione. La Haemonetics non si può chiamare fuori da questo difficile e drammatico passaggio industriale, lasciando il cerino in mano ai lavoratori.

Con il prefetto e con il presidente della Provincia, come scaturito dall’ultimo incontro, riteniamo che ci sia piena condivisione su un cammino che preveda il riavvio della produzione e della occupazione. Il Piceno è stanco di piantare le croci sulle fabbriche chiuse, chiediamo sia giunta l’ora di una inversione ad U, la Haemonetics può rappresentare benissimo, anche simbolicamente questa svolta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-09-2013 alle 12:21 sul giornale del 12 settembre 2013 - 1407 letture

In questo articolo si parla di lavoro, sindacati, crisi economica, licenziamenti, ugl, chiusura stabilimento, haemonetics

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/RAl