Tennis, Challenger Banja Luka: Vagnozzi sfiora l’impresa con Bendene

1' di lettura 12/09/2013 - Finisce di nuovo al secondo turno l’avventura di Simone Vagnozzi al Challenger di Banja Luka in Bosnia Herzegovina, contro lo sloveno Aljaz Bedene, col punteggio di 6-4, 6-7, 7-6. Contrariamente alla sconfitta riportata allo stesso turno in Olanda, questa volta il tennista ascolano è andato vicinissimo alla vittoria, contro un giocatore più giovane e dalla classifica nettamente migliore (n. 107 ATP).

Una sfida senza quartiere quella intavolata dai due tennisti sulla terra bosniaca, che ha visto Bedene prevalere solo dopo 3 ore di partita.

Dopo il primo set perso 6-4, Vagnozzi si riscatta nel secondo, dopo essere andato vicino alla sconfitta quando, sul 5-4 per lo sloveno, ha dovuto annullare due match point.

La reazione d’orgoglio dell’ascolano è stata brutale e, dopo essersi riportato in partita, ha vinto il secondo set al tie break.

Nel terzo set, dopo uno svantaggio iniziale di 0 -3, Vagno rimonta fino ad avere 4 palle break sul 4 pari che lo avrebbero mandato a servire per il match.

Il tennis, purtroppo, raramente perdona queste occasioni non sfruttate e, al tie break, Bedene riesce ad aggiucarsi la partita contro uno dei migliori Vagnozzi visti quest’anno.


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2013 alle 15:49 sul giornale del 13 settembre 2013 - 1103 letture

In questo articolo si parla di sport, tennis, torneo, Bosnia ed Erzegovina, sconfitta, Challenger, gabriele ferretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/REL