Teramo: YKK chiude il sito di Colonnella. Fusione con la sede di Ascoli

12/09/2013 - Un’altra azienda internazionale chiude i battenti ad una delle sue sedi e a farne le spese, nemmeno a dirlo, sono i lavoratori. La YKK, la nota azienda produttrice di chiusure lampo, sta per chiudere il sito produttivo di Colonnella e le segreterie Fiom e Uilm di Teramo per incorporarle nella sede di Ascoli.

Lo smantellamento della fabbrica di Colonnella e il conseguente trasferimento nel capoluogo piceno produrrà un esubero di posti di lavoro.

La YKK, tuttavia, non ha reso noto in quali posizioni e quale sia la quantità di posti da tagliare.

Inutile dire che questo ha immediatamente scatenato le ire dei sindacati, sul piede di guerra per tutelare i diritti dei lavoratori ed evitare un secondo caso Haemonetics.


di Michele Piccioni
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2013 alle 18:14 sul giornale del 13 settembre 2013 - 1390 letture

In questo articolo si parla di lavoro, sindacati, redazione, ascoli, azienda, vivere ascoli, teramo, lavoratori, colonnella, Michele Piccioni, esubero, sito produttivo, YKK, agitazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/RFz