Calcio: Paganese-Ascoli. Conosciamo gli avversari

2' di lettura 13/09/2013 - E’ una Paganese totalmente stravolta rispetto alla passata stagione quella che si è presentata ai nastri di partenza del campionato di Prima Divisione. Repulisti totale in rosa e nello staff tecnico da parte della società di patron Trapani che, dopo aver investito la scorsa stagione senza raggiungere l’obiettivo dei Play-off, quest’anno ha scelto la linea verde.

Via così il tecnico Grassadonia col suo staff e i ‘senatori’ Fusco, Fava, Scarpa, Romondini, Fernandez e Soligo. Riconfermati della passata stagione così soltanto i difensori Enrico Pepe, Marco Perrotta (’94) dal Pescara e il centrocampista Franco (’92) del Chievo Verona. Su indicazione del tecnico Agenore Maurizi, un passato importante nel calcio a 5, e di comune accordo con il direttore generale Cosimo D’Eboli sono giunti a Pagani esclusivamente calciatori under. Gli azzurrostellati, infatti, nelle prime due giornate di campionato sono scesi in campo con l’eta media più bassa (poco più di venti anni) dell’intera Lega PRO. Escludendo il ventottenne francese Lanteri, l’anzianità del gruppo appartiene a Velardi e Panariello, classe 1988; un anno in più, invece, per il capitano Pepe e l’esterno Iraci.

Contro l’Ascoli, Maurizi sarà costretto a rinunciare, oltre ai lungodegenti Beretta, Zamparo e Valle, allo squalificato Svedkauskas, estremo difensore di proprietà della Roma e titolare nella Nazionale Under 21 lituana, ed al centrocampista Franco affetto da una fastidiosa lombalgia. Dall’altro canto, rientrerà dalla squalifica Pepe oltre al fatto di poter contare a pieno regime sugli ultimi arrivati Panariello, Iraci e Novothny, attaccante classe ’94 di proprietà del Napoli con cui ha svolto l’intero ritiro precampionato agli ordini di Benitez. L’attaccante ungherese così si approppierà della casacca numero nove in attacco fungendo da terminale offensivo nel trio completato dal brasiliano William, classe ’92 del Genoa, e Deli, favorito su De Sena. In mediana Maurizi affiderà le chavi della manovra a Velardi coadiuvato dallo sloveno Martinovic. A destra Iraci, ritornato in azzurrostellato dopo ben quattro anni, è favorito su Meola, ex Livorno; sulla corsia opposta spazio al classe ’93 Amelio.

In difesa, dopo i quattro gol subiti nei primi centottanta minuti della stagione, nati tutti da disattenzione difensive, Maurizi lancerà nella mischia il più esperto Panariello, in luogo dell’indeciso Toppan protagonista dei due svarioni decisivi sia a Benevento che col Pontedera. Al suo fianco Perrotta e Pepe davanti a Volturo, all’esordio ufficiale in Prima Divisione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-09-2013 alle 19:03 sul giornale del 14 settembre 2013 - 1588 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, ascoli piceno, campionato, partita, ascoli calcio, lega pro, paganese calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/RKc