Casapound Ascoli Piceno: Blocco Studentesco, 'No al contributo volontario'

20/09/2013 - ''Il contributo volontario non può essere obbligatorio'', questo lo striscione esposto nel corso della mattinata di venerdì 20 settembre davanti all'Ipsia Sacconi dai militanti del Blocco Studentesco.

''Inizia un nuovo anno scolastico e i problemi degli studenti sono sempre di più, perchè oltre al problema del caro libri da qualche anno le famiglie sono costrette a pagare una tassa che di volontario ha solo il nome - afferma Luca Angelini responsabile provinciale del Blocco Studentesco, che prosegue - una tassa non proporzionale e a volte usata in modo ricattatorio dai dirigenti scolastici.

Con questa azione - conclude Angelini - e con le altre che faremo nel corso dell'anno vogliamo informare i ragazzi che questa tassa può non essere pagata e siamo pronti ad offrire servizi legali alle famiglie che si vedono respinta l'iscrizione del figlio per non aver pagato il contributo''.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-09-2013 alle 15:28 sul giornale del 21 settembre 2013 - 1807 letture

In questo articolo si parla di attualità, ipsia, studenti, ascoli piceno, manifestazione, Blocco studentesco Ascoli, CasaPound Italia Marche, casapound, sit in, contributo volontario

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/R2d