Citazioni ed elogi da Giuliano Amato per l'ascolana Laura Balestra

2' di lettura 21/09/2013 - La giovane studiosa ascolana, Laura Balestra, ricercatrice storica e saggista per la prestigiosa rivista quadrimestrale di ricerca storica e cultura politica, "Civitas", edita dall’Istituto Luigi Sturzo di Roma, è stata citata con elogio per un suo articolo del 2011, “Roma, l’Europa, la Chiesa alle origini", dal Giudice costituzionale della Repubblica Italiana, già Presidente del Consiglio dei ministri, Giuliano Amato, all'interno del saggio da questi presentato nel corso della XXXII edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli, svoltosi a Rimini nell’agosto 2011, alla presenza di autorità nazionali, internazionali e vaticane.

Il saggio di Amato, intitolato "Gli italiani, un «noi» da molto prima dello Stato unitario", è contenuto nel volume E. Belloni - A. Savorana (a cura di), Una certezza per l'esistenza, Bur Rizzoli, Milano 2011, alle pp. 339-347.

Questa, nello specifico, la citazione della dott.ssa Balestra, la quale da ormai quattro anni scrive e pubblica saggi scientifici di storia, filosofia e teologia per riviste accademiche di Roma, associando spesso il suo nome accanto ad autorevoli figure del panorama nazionale e vaticano: "[...] Sono anni che la hybris dell'io ha finito per superare la hybris delle teologie più estreme [...]. In questa situazione è fondamentale rimettere in campo le risorse morali che abbiamo, per ridare forza ad un «noi» che guarda al futuro. In questo senso le risorse che la religione fornisce sono tra le più preziose di cui una società si possa avvalere, proprio per contrastare quell'io assoluto, per favorire il riconoscimento dell'altro come parte essenziale della certezza dell'esistenza [...]. Questa dell'io è una malattia che non riguarda solo l'Italia, ma sta segnando l'Europa ed è la ragione della crescita dei partiti chiusi nazionalisti, tendenzialmente xenofobi, che negano le radici cristiane dell'Europa, al di là del fatto che esse siano scritte o non scritte in un testo. Al contrario cristianità significa [...] universale: e una religione che è universale non può non riconoscere come partecipi della medesima umanità coloro che provengono da altri Paesi e che vivono con noi. Laura Balestra ha scritto sull'ultimo numero di «Civitas» un bellissimo articolo su questi temi, ricordando che il Dio che si incarnò nell'uomo dell'Occidente veniva dall'Oriente (Gesù era di Nazareth); che la lingua dei popoli europei ha una derivazione latina, ma la numerazione che utilizziamo è araba; e che l'Europa è cresciuta accogliendo l'altro. [...] Abbiamo bisogno di ridare futuro all'Europa, abbiamo bisogno di ridare futuro all'Italia". (pp.345-346).

In allegato una foto di Laura Balestra








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2013 alle 10:47 sul giornale del 23 settembre 2013 - 1816 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, Francesco Petrelli, elogio, laura balestra, citazione, giuliano amato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/R4l


Tenuto conto di quanto riportato dalla Stampa (Il Fatto Quotidiano) ma comunque noto per chi conosce la vera storia di questo paese alla rovina, fossi io la scrittrice non allegherei la citazione dell'On. Prof. Giud. Cost, ex Premier, ... AMATO.