UGL: 'Riflettori accesi per evitare il taglio delle ore di assistenza alla Rsa ex Luciani'

UGL 1' di lettura 24/09/2013 - L’assessore regionale Mezzolani, il 3 settembre scorso ad Ancona, di fronte a profonde e motivate critiche dell’intera e qualificata platea aveva rimandato a fine anno 2013 la operatività della Delibera di Giunta n° 1011. Per gli ospiti e le loro famiglie nella struttura residenziale ex Luciani un aggiornamento certamente positivo perché permette un approfondimento anche con i vertici dirigenziali dell’Area Vasta 5, per far comprendere loro la improponibilità di quei tagli di minuti di assistenza; quei tagli farebbero addirittura rimanere allettati per l’intera giornata alcuni ospiti della Residenza ex Luciani a cui non verrebbe garantita un’assistenza sanitaria, umana e dignitosa.

Il 30 settembre, data formale di differimento alla Residenza ex Luciani della delibera regionale 1011, è ormai alle porte; ma nessuna nuova comunicazione di ulteriore differimento è stata inviata dal Direttore Generale della Zona Vasta 5. Sollecitiamo il Dott. Stroppa a comunicare urgentemente l’ulteriore differimento. La UGL vuole mantenere accesi i riflettori su una questione delicata, difficile, umana, quale è quella che vivono gli ospiti della Residenza ex Luciani; tocca la parte più debole e più fragile della nostra comunità. A loro, anche per una cultura di civiltà va prestata massima attenzione e vanno garantiti diritti sanitari, condizione umana e dignità; la spending review non può colpire le persone più deboli della società.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2013 alle 10:51 sul giornale del 25 settembre 2013 - 933 letture

In questo articolo si parla di lavoro, sindacati, anziani, almerino mezzolani, ascoli piceno, giovanni stroppa, ugl, residenza per anziani, rsa ex luciani, asur area vasta 5

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/R0N