Calcio: Ascoli-Samp, Ambretta Piergiovanni protesta davanti al Tribunale

1' di lettura 17/10/2013 - Nella giornata di mercoledì 16 ottobre, Ambretta Piergiovanni, la tifosa fanese della Sampdoria colpita da un razzo sparato da un tifoso bianconero, ha protestato davanti al Tribunale di Ascoli Piceno per non aver ricevuto, ad 8 anni esatti di distanza dal fatto, alcun risarcimento per i danni subiti.

“Torno a casa più amareggiata di prima”, ha dichiarato la donna all'Ansa, delusa per i lunghi tempi della giustizia civile e per aver dovuto sostenere di tasca propria tutte le spese mediche che hanno fatto seguito all'incidente.

La Piergiovanni è stata ricevuta dal sindaco Guido Castelli e dal presidente del Tribunale Fulvio Uccella. La prossima udienza del processo è fissata per maggio 2015, a circa 9 anni e mezzo di distanza da quell'Ascoli-Sampdoria del 16 ottobre 2005.


di Michele Piccioni
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2013 alle 10:39 sul giornale del 18 ottobre 2013 - 1176 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, redazione, ascoli, incidenti, vivere ascoli, guido castelli, Curva Sud Rozzi, razzo, Michele Piccioni, ambretta piergiovanni, tribunale di ascoli, fulvio uccella, ascoli-sampdoria, 16 ottobre 2005

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Tc7