Calcio: Ascoli-Lecce. Conosciamo gli avversari

3' di lettura 25/10/2013 - Un Lecce almeno parzialmente rinfrancato dalla vittoria in Coppa Italia a Barletta è partito nella mattina di venerdì alla volta delle Marche dove, domenica, è atteso dal match al Del Duca contro l’Ascoli. Ventidue i convocati da mister Franco Lerda che, dal giorno del suo ritorno sulla panchina giallorossa, al posto di Francesco Moriero, ha raccolto una sconfitta – a Perugia – e due pareggi interni, con Barletta e Gubbio, tra i quali è riuscito a centrare la prima e unica vittoria in campionato, a Pagani.

Non fanno parte della lista Miccoli, Bellazzini, Sacilotto, Beretta e il portiere Perucchini. Il primo dovrebbe rientrare in campo per la gara successiva, quella contro il Viareggio; il secondo è fermo per uno stiramento agli adduttori. Due assenze di peso, che incidono nel settore offensivo dove il Lecce denota i maggiori problemi, e alle quali si sono aggiunte le defezioni del centrocampista brasiliano (contusione) dell’attaccante di scuola milanista (frattura a una costola) e dell’estremo (contusione).

Insomma, è una squadra ancora incerottata quella che sfiderà i bianconeri. Certo, rispetto ad alcune settimane addietro la condizione fisica generale è migliorata e il recupero di elementi del calibro di Papini, Parfait e Bogliacino non è un fatto trascurabile, insieme al pieno inserimento dell’urugagio Lopez che è già diventato un leader in campo e un punto di riferimento per un pubblico piuttosto confuso e lacerato da vicende che hanno segnato, in negativo, la storia giallorossa.

Prima la doppia retrocessione nel giro di un’estate – dalla a alla B per demeriti sportivi e dalla cadetteria alla Lega Pro per le note vicende della tentata alterazione del derby contro il Bari nel maggio del 2011 -, poi il passaggio di consegne tra la famiglia Semeraro e i Tesoro, hanno catapultato tutto l’ambiente in una sorta di limbo intorno al quale non mancano polemiche, risentimenti e una quantità industriale di frustrazione. Mai accettata fino in fondo, perché di origini baresi, la nuova proprietà non ha mai ricevuto aperte contestazioni, nemmeno dopo l’infelice epilogo della scorsa stagione quando il Lecce perse la serie B nella finale contro il Carpi e il Via del Mare venne chiuso per quattro turno a causa dell’invasione di campo e delle violenze registrate al termine della partita (sanzione poi commutato in chiusura della Curva Nord).

A rendere ancora più instabile la situazione, voci di cordate, vere o presunte, che sarebbero interessate alle sorti del club ed una campagna acquisti, condotta sia lo scorso anno che questo dal direttore sportivo Antonio Tesoro, che ha fatto storcere la bocca a più di qualcuno. Dulcis in fundo, si fa per dire, una raffica di diffide che si abbatte a cadenze periodiche su una tifoseria che sin dal primo momento ha deciso di non adeguarsi all’imposizione della tessera del tifoso: 25 quelle comunicato in settimana per la trasferta a Pagani, dove un manipolo di ultras è regolarmente entrato senza card con l'assenso delle forze dell'ordine del posto.

Quanto alla formazione che scenderà in campo domenica, a parte la linea offensiva, Lerda gode di una discreta possibilità di scelta. Alla fine l’undici potrebbe essere composta da Bleve tra i pali; Diniz, Martinez e Vinetot in difesa; Ferreira Pinto, Salvi, Amodio, Papini, Melara a centrocampo; Doumbia e Zigoni in attacco. Resta l’incognita Bogliacino: tornato in campo per 25 minuti contro il Barletta, dopo uno stop di un mese e mezzo, è probabile che parta dalla panchina, non avendo ancora nelle gambe il minutaggio necessario a reggere per tutto l’incontro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2013 alle 13:39 sul giornale del 26 ottobre 2013 - 1574 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, ascoli piceno, ascoli, campionato, lecce, ascoli calcio, beretta, lega pro, avversari, miccoli, lerda, parfait, zigoni, lecce prima, lecceprima.it, gabriele de giorgi, avversario, ascoli 1898, ferreira pinto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/TBt