I comuni Ascoli Piceno e Jesi, città europee dello sport 2014, lavoreranno insieme

1' di lettura 08/11/2013 - Jesi e Ascoli Piceno, entrambe proclamate città europee dello sport 2014, fanno squadra. Il sindaco jesino Massimo Bacci insieme al collega di Ascoli Guido Castelli ne hanno già parlato a Bruxelles, durante la cerimonia di premiazione.

Per costruire programmi efficaci ed all'altezza del prestigioso riconoscimento hanno condiviso l'idea di un confronto costante, volto alla programmazione di iniziative e di eventi, sottolineando l'importanza di un pieno coinvolgimento della Regione Marche. Questo anche per raccogliere le aspettative del governatore Gian Mario Spacca che ha giustamente salutato i due premi come attestati all'intera regione. Non sfugge infatti la consapevolezza che il ritorno di immagine che il territorio marchigiano potrà avere da questi risultati, uno per tutti il turismo sportivo, rivesta un interesse di carattere generale.

Nel frattempo il sindaco Massimo Bacci ha inteso ringraziare per la squisita disponibilità il commissario europeo Antonio Tajani e i rappresentanti del Comitato delle Regioni. “Siamo perfettamente consapevoli - ha detto il sindaco - che per costruire progetti in grado di intercettare le opportunità previste dalla programmazione comunitaria 2014-2020 occorrerà lavorare molto e in una prospettiva di area vasta. Ma non ci spaventa l'impegno richiesto e lo faremo con grande entusiasmo, consapevoli del prestigio che Jesi ha saputo meritare in una sede importante come quella del parlamento Europeo di Bruxelles”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-11-2013 alle 21:10 sul giornale del 09 novembre 2013 - 1206 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, sport, jesi, gian mario spacca, ascoli piceno, Comune di Jesi, bruxelles, Comune di Ascoli Piceno, guido castelli, Massimo Bacci, città dello sport

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Ud7





logoEV