Fiera di Natale, Fiori: 'Tolleranza zero per gli abusivi'

2' di lettura 20/12/2013 - Domenica 22 dicembre, ritorna ad Ascoli, la tradizionale “Fiera di Natale”, che interesserà la quasi totalità delle primarie vie del Centro Storico.

E’ già confermata la presenza di circa 300 espositori (di cui diversi anche della provincia Picena), ma tra questi numerosi commercianti regolari, (tenuti tra l’altro a pagare anche una quota di partecipazione), è possibile che si confondano i soliti venditori abusivi, extracomunitari e non, che potrebbero posizionarsi nei luoghi più strategici del centro stesso, in aperta violazione alle normative vigenti e creando di fatto inammissibili concorrenze sleali nei confronti dei predetti espositori autorizzati.

Confcommercio è preoccupata per il ripetersi di situazioni anomale già registratesi in precedenti edizioni, che quest’anno tra l’altro la crisi in atto potrebbe amplificare, stimolando appunto l’arrivo di più abusivi e conseguentemente creando una maggiore turbativa agli espositori regolari (ma anche gli esercenti a posto fisso), che attendono il richiamo che indubbiamente ha la fiera di Natale, per recuperare risorse.

“Negli anni passati - evidenzia il direttore Giorgio Fiori - tutte le forze dell’ordine ed in particolare i Vigili Urbani hanno effettuato un egregio lavoro di prevenzione e repressione dell’abusivismo ma è necessario, in questi tempi di grande criticità, per doverosamente tutelare i legittimi interessi degli espositori e di tutti i commercianti regolari, che vi sia una attenzione ancor più ampia sul fenomeno ma anche sul fronte delle vendita di prodotti contraffatti”.

“Siamo ben consapevoli - sottolinea Fiori - che l’abusivismo commerciale non si possa debellare ma siamo altrettanto convinti che si possa quanto meno arginare, con una attenta azione coordinata di tutte le forze dell’ordine, con la pianificazione di una sorta di “tolleranza zero”.

“Per quanto concerne le previsioni di vendita - conclude Fiori - anche se non si riusciranno ad avere le eccellenti risultanze degli anni d’oro ante 2009, siamo pacatamente ottimisti in quanto con la fiera c’è la possibilità di fare sempre buoni affari, economizzando, soprattutto per i regali di Natale, a due giorni dalla festività clou, con in più che per questa edizione si potrà contare sulla determinate “complicità” del tempo che appunto si prevede per la giornata domenicale, soleggiato e senza pioggia, invogliando così più consumatori verso il richiamo che già di per se, come sempre, la Fiera di Natale ha”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2013 alle 11:41 sul giornale del 21 dicembre 2013 - 976 letture

In questo articolo si parla di attualità, abusivismo, Confcommercio di Ascoli, giorgio fiori, confcommercio ascoli, fiera di natale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/WjQ