Calcio: Promozione, il Monticelli supera in trasferta la Cuprense

02/02/2014 - Eccoci alla ventesima. Questo campionato di Promozione girone B, entra "ufficialmente" nella sua fase "cruciale".

Dopo aver "limato", la scorsa settimana, due punti al Porto D´Ascoli e portato a sette, il distacco dalle terze (P.S.Elpidio e Vis Macerata) e dieci dalla quinta (Potenza Picena), il Monticelli fa tappa a Cupramarittima. Comune con più di 5000 abitanti (in passato, colonia romana, il cui nome deriva dalla "Dea Cupra", divinità picena diventata poi oggetto di adorazione dagli stessi Romani) , appartiene al comprensorio della Riviera delle Palme del basso litorale marchigiano. Località turistica balneare in continuo sviluppo, ha ricevuto a partire dal 1997 numerosi riconoscimenti tra cui la Bandiera Blu Europea per la pulizia del suo mare (l´ultimo riconoscimento è per l´anno 2013). La Cuprense, in questo momento, è fanalino di coda (12). Solo tre le vittorie al suo attivo: due in casa, contro Potenza Picena e Porto Potenza Picena ed una in trasferta (Porto Sant´Elpidio). All´andata, terminò 3-2. A Cupra, nonostante non piova, fa, abbastanza, freddo. L´arbitro dell´incontro è il Sig. Mattia Piccinini (buona la sua direzione), della sezione di Ancona. Al "Veccia" pochi spettatori, con una nutrita rappresentanza arrivata da Ascoli. Campo, ai limiti della praticabilità, reso, ulteriormente, scivoloso dalle piogge degli ultimi giorni. Nosdeo, riesce a recuperare Alijevic, ma, purtroppo, deve rinunciare a La Vista (squalifica) e Filiaggi (contrattura), che sono seduti in tribuna, accanto alla nostra postazione. Cinesi, sulla fascia destra dal primo minuto ed in panchina, accanto ai "babies" Grilli, Buono, De Cesare, Lappani e Cappelli, ci sono anche Tonelli e Marozzi.

Primi minuti non troppo esaltanti, con alcuni fraseggi e deboli conclusioni che non impensieriscono, affatto, i due portieri. Poi, arrivano i due momenti "fatali", dove il Monticelli riesce a piazzare i suoi "colpi". Al 16´, Menchini, dalla destra, fa partire un tiro cross, forte e tagliato; sulla traiettoria si avventa Di Simplicio che forse non tocca (o se lo fa, in modo, davvero, impercettibile) ma riesce, ugualmente, a sorprendere Addazi. 0-1. Al 18´ la replica. Stavolta, dalla sinistra, Monaco va via in velocità poi mette al centro dove c´è sempre Di Simplicio che, di testa, anticipa l´avversario ed insacca. 0-2. La reazione della Cuprense è affidata alle giocate delle due punte, Picciola e Mattioli, ma Castorani è molto attento e sventa la minaccia. La palla del possibile 1-2, capita, invece, intorno alla mezz´ora, su piedi di Ottaviani che, all´altezza del dischetto, svirgola, clamorosamente. Ospiti, ancora, pericolosissimi, al 44´, nuovamente, con Di Simplicio che, da posizione molto angolata, impegna l´estremo difensore della Cuprense.

Dopo l´intervallo, i locali rientrano motivatissimi e al 46´ Castorani para in tuffo una bella conclusione di Mattioli. Lo stesso centravanti è scatenatissimo e al 49´ riesce a conquistare palla e dalla destra, a piazzare un traversone basso dove l´accorrente Coccia non può far altro che buttarla dentro. 1-2. Nosdeo, in piedi, è, letteralmente, infuriato ed alza la voce. Il Monticelli riprende a giocare. Dal 62´ al 68´, i biancazzurri vanno ad un passo dalla terza rete. Prima con Battilana, ben lanciato da Minollini che, a tu per tu, col portiere manda alto, quindi con Aloisi che viene intercettato all´ultimo da Cimmino, infine con Marozzi, subentrato allo stesso centrocampista, che impegna Addazi in un grosso intervento. Minuto 76, Mattioli, per proteste, riceve il secondo giallo e viene espulso. Con la Cuprense in dieci, gli ascolani, fanno girare di più il pallone e cercano di affondare, in contropiede. I giallo-neri, dall´altra parte, cercano, piuttosto, di buttare qualche pallone in mezzo all´area, nella speranza di un possibile errore della difesa. Detto del cambio di Cinesi con Tonelli, nel finale, per la compagine del presidente Paoletti, ancora, due "limpide" palle-gol. Di Simplicio, al 87´, con un bel pallonetto, scavalca il portiere, ma un difensore, sulla linea, con un´acrobazia, riesce a salvare; Marozzi, perfettamente ristabilito, al 92´, dopo uno scatto di oltre venti metri, conclude in modo delizioso, ma, il bravo Addazi, "sbarra", ancora, la sua porta.

Finisce 1-2. Con questa vittoria (la terza, consecutiva), il Monticelli raggiunge quota 42, a quattro dalla capolista, Porto d´Ascoli (46), bloccata in casa (1-1) dal Montesangiusto ed allunga sul P.S.Elpidio (33) che, tra le "mura amiche", ha pareggiato (1-1) contro il Settempeda. La squadra fermana, sabato prossimo, sarà di scena al "Monterocco".

 

TABELLINO:

CUPRENSE: Addazzi, Pagliarini, Silipo, Frattali (28´ Lelli), Cimmino, Liberati, Ottaviani, Caminonni (78´ Buccioni), Mattioli, Coccia, Picciola (46´ Lluka). A disposizione: Ronconi, Foschi, Vallorani, Dimitri. All. Ferretti.

MONTICELLI: Castorani, Menchini, Monaco, Alijevic, Stangoni, Adamoli, Cinesi (78´ Tonelli), Minollini, Di Simplicio, Aloisi (67´ Marozzi), Battilana. A disposizione: Grilli, Buono, De Cesare, Lappani, Cappelli. All. Nosdeo

ARBITRO: Piccinini di Ancona.

Reti: 16´ e 18´ Di Simplicio, 48´ Coccia.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2014 alle 12:18 sul giornale del 03 febbraio 2014 - 821 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, ascoli piceno, ascoli, monticelli, promozione, dilettanti, antonino nosdeo, cuprense

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XTc