'M’illumino di meno, ma accendo la mente', un libro al posto della Tv nel supercarcere di Marino del Tronto

07/02/2014 - “M’illumino di meno, ma accendo la mente”: è con questo motto che il supercarcere di Ascoli Piceno aderisce quest’anno alla più celebre campagna di sensibilizzazione radiofonica sul risparmio energetico e la razionalizzazione dei consumi lanciata da Caterpillar, Rai Radio2 e giunta alla decima edizione.

Se nel resto del Paese e d’Europa tra le 18 e le 19.30 del giorno di San Valentino saranno spenti i maggiori monumenti e milioni di persone abbasseranno l’illuminazione domestica, nel nostro istituto non potendo spegnere le luci per motivi di sicurezza, abbiamo pensato di rinunciare per un giorno alla Tv sostituendo lo svago che arriva dal piccolo schermo, con la lettura di un libro.

All’iniziativa aderiranno le due sezioni della Casa Circondariale, il Giudiziario e la sezione Filtro, gli operatori e i volontari.

L’invito a offrire il proprio contributo col simbolico “silenzio energetico” nella Giornata Nazionale fissata al 14 febbraio 2014, è partito dalla direttrice dell’Istituto, Lucia Di Feliciantonio e ha subito trovato l’adesione del resto del carcere.

La Tv in carcere segna le giornate e, insieme alle altre attività, ci aiuta a sopportare meglio la detenzione. Per questo il gesto di spegnere il piccolo schermo, qui dentro è molto più importante che fuori. Resta comunque una piccola rinuncia che affrontiamo volentieri perché ci offre il modo di sostenere quella che riteniamo un’iniziativa molto significativa.

 

In allegato la locandina dell'iniziativa







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-02-2014 alle 15:30 sul giornale del 08 febbraio 2014 - 940 letture

In questo articolo si parla di cultura, ascoli piceno, io e caino, M’illumino di meno, ma accendo la mente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/X0n





logoEV