Calcio: Ascoli. Giordano: 'Sono stato abbandonato da tutti'

20/02/2014 - Non si è fatto attendere lo sfogo dell’ex allenatore bianconero Bruno Giordano il quale, tramite gli organi d’informazione, ha voluto esternare la propria rabbia e raccontare la sua versione dei fatti.

Partiamo dal principio che io sono arrivato qui solo e solo vado via. In questi 4 mesi sono stato abbandonato da tutti. Non ho mai avuto una figura con cui potermi rapportare. Sono arrivato ad Ascoli chiamato dal sig. Manocchio che dopo tre giorni già non c’era più, poi è arrivato Nicoletti, poi ho dovuto convivere per 60 giorni con la curatela fallimentare, la quale mi ha “spolpato” una squadra mandando via 13-14 calciatori.

Quattro mesi senza nulla, senza medicinali, senza bottigliette d’acqua, con difficoltà logistiche, siamo andati a fare la trasferta all’Aquila partendo la domenica mattina alle 9. Di tutto e di più. Nonostante tutto a questa squadra la dignità non è mai mancata e questo grazie al mio lavoro. Ieri alle 18.00 vengo convocato, insieme al mio vice Mariani, in sede dal direttore Lovato e nel corso dell’incontro mi è stato comunicato l’esonero. La risposta al motivo di tale scelta è stata che la nuova società ha già individuato l’allenatore del prossimo campionato e il vice di questo mister sarà Flavio Destro che dovrà traghettare la squadra fino al termine della stagione per agevolare il lavoro.

Il presidente Bellini al termine della gara con la Salernitana si era complimentato con lo staff tecnico invitandolo a proseguire così, poi non so cosa sia cambiato a distanza di pochi giorni. Non c’è stato nessun rispetto nei miei confronti, è stata calpestata la mia immagine. Sento che mi si imputa di non aver fatto giocare i giovani: chi dovevo far giocare? Minnozzi l’ho fatto conoscere io, Giovannini prima non aveva mai giocato, stesso discorso per Iotti. A me la nuova proprietà non mi ha mai chiesto di far giocare dei giovani, magari avremmo potuto metterci a tavola e discuterne. Sicuramente li avrei accontentati. Ho fatto sacrifici incredibili in questi mesi, rimettendoci anche del denaro. Ma non mi sono mai lamentato di ciò. L’ho fatto per la gente, per il ricordo che ho verso il Presidentissimo."

Faccio comunque un grande in bocca al lupo all’Ascoli per il futuro. Nessuno mi potrà togliere l’amore che ho verso questa città e verso questa tifoseria.”


Scatto gentilmente concesso dalla società bianconera, foto di Matteo Pampano (Pampa Production).


Potrebbero interessare anche:
- Calcio: Ascoli. Destro: 'Devo tutta la mia carriera a questa città'
- Calcio: Ascoli. Gli ultras bianconeri danno il benvenuto a Flavio Destro
- Calcio, Ascoli: esonerato Bruno Giordano -
- Calcio, Ascoli. 'Bepi' Pillon: ''Bellini riporterà il Picchio dove merita''
- Calcio: Ascoli. Si aggrega al gruppo l'attaccante Giacomo Cipriani





Questo è un articolo pubblicato il 20-02-2014 alle 23:21 sul giornale del 21 febbraio 2014 - 1314 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, ascoli, giordano bruno, ascoli calcio, ascoli calcio 1898

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/YPb