Plalam Ascoli chiede concordato preventivo, a rischio 100 posti. USB solidale coi lavoratori

usb logo "Plalam ha ufficialmente chiesto il concordato preventivo in tribunale, per l'attività industriale nella zona di Campolungo di Ascoli. Noi esprimiamo solidarietà e vicinanza ai lavoratori della fabbrica, che in numero di oltre un centinaio sono così a rischio di occupazione, e chiediamo loro di unirsi a noi e sostenere e partecipare a tutte le iniziative di lotta organizzate del nostro sindacato, a cominciare dalla grande manifestazione che si terrà nel mese di marzo".

Lo dice Andrea Quaglietti, segretario regionale dell'USB.

"Dopo molti mesi di difficoltà, l'azienda è ora ufficialmente in crisi. Sappiamo che domani, martedi 25 febbraio si svolgerà un incontro sulla vicenda in Confindustria Ascoli con i sindacati confederali. Noi dell'USB - prosegue Quaglietti - auspichiamo che ci si pongano gli obiettivi di tutelare al massimo i livelli occupazionali e soprattutto di garantire la condinuità produttiva del sito industriale. "

Info 3494103507





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2014 alle 15:59 sul giornale del 25 febbraio 2014 - 1067 letture - 0 commenti

In questo articolo si parla di andrea quaglietti, USB Marche, plalam

L'indirizzo breve di questo articolo è http://vivere.biz/YX9

Suggerisci un altro argomento per questo articolo:

Licenza Creative Commons
Rilasciato con licenza
Creative Commons.
Maggiori info:
vivere.biz/gkW