Ugl: contenzioso sociale e giuridico con la Santarelli Costruzioni per i 23 licenziamenti effettuati

1' di lettura 04/06/2014 - Carteggi, contenzioso e licenziamenti di 23 lavoratori che la UGL ritiene illegittimi. L’accusa precisa del Sindacato: la Santarelli Costruzioni ha avviato i licenziamenti prima della conclusione dell’ultima fase amministrativa della procedura; gli ultimi 30 giorni presso il Ministero del Lavoro.

Il Ministero del Lavoro, correttamente, ci convoca per il termini ultimo della procedura, il 27 maggio. La Ssantarelli Costruzioni ha già però comminato i licenziamenti in data 28 aprile; non li vuole revocare e rimane nella sua posizione che di fatto per noi è illegittima e rende inefficaci i licenziamenti. Ma prima di tutto la Ugl è impegnata sul terreno del lavoro e dell’occupazione; contesta i 23 licenziamenti perché creano 23 disoccupati in più su un territorio già drammaticamente toccato da alti e storici indici di disoccupazione. Se c’è necessità di mantenere la coesione sociale, e la coesione sociale va mantenuta, alle aziende spetta anche il compito, sicuramente assieme alle Istituzioni di tenere alta l’etica sociale dell’impresa. Riteniamo e qui è il punto dolente, che la Ssantarelli Costruzioni non abbia tenuto in dovuto conto il concetto etico di impresa sociale. Nel vuoto delle Istituzioni ed in un accentuato egoismo aziendale, il ricorso al Giudice del Lavoro rimane l’unico strumento possibile per i lavoratori per difendere diritti e dignità e per non essere asfaltati.

Di seguito ultima documentazione Ministero del Lavoro.



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2014 alle 12:35 sul giornale del 05 giugno 2014 - 925 letture

In questo articolo si parla di lavoro, ascoli piceno, licenziamenti, ugl, santarelli costruzioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/5fT