Confcommercio, fatturazione elettronica obbligatoria dal 6 giugno 2014 verso le Pubbliche Amministrazioni

1' di lettura 11/06/2014 - Dallo scorso 6 giugno 2014 è entrato in vigore l’obbligo di emettere fatture in modalità elettronica verso i Ministeri e le loro ripartizioni, le agenzie fiscali e gli enti e le casse di previdenza. La stessa disposizione si applicherà, dal 31 marzo 2015, alle restanti amministrazioni centrali e locali.

L’obbligo di fatturazione in forma elettronica nei confronti delle Amministrazioni dello Stato è stato introdotto dalla Finanziaria 2008.

La legge ha stabilito che la trasmissione delle fatture elettroniche destinate alle Amministrazioni dello Stato deve essere effettuata attraverso il Sistema di Interscambio (SdI), sistema informatico di supporto al processo di “ricezione e successivo inoltro delle fatture elettroniche alle amministrazioni destinatarie” nonché alla “gestione dei dati in forma aggregata e dei flussi informativi anche ai fini della loro integrazione nei sistemi di monitoraggio della finanza pubblica”. Sono interessati nel processo di fatturazione elettronica tutti gli operatori economici, cioè i fornitori di beni e servizi verso le Pubbliche Amministrazioni, obbligati alla compilazione/trasmissione delle fatture elettroniche e all’archiviazione sostitutiva prevista dalla legge.

Gli operatori economici possono rivolgersi ad intermediari (banche, Poste, altri intermediari finanziari, intermediari di filiera, commercialisti, imprese ICT) per la compilazione/trasmissione della fattura elettronica e per l’archiviazione sostitutiva prevista dalla legge.

Le fatture cartacee emesse prima della data di decorrenza del nuovo obbligo potranno, comunque, essere ancora accettate e pagate nei 3 mesi successivi alla data di decorrenza fissata dalla norma.

Le fatture invece emesse successivamente al 6 GIUGNO 2014, non potranno essere pagate se non sono state ricevute in formato elettronico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2014 alle 11:59 sul giornale del 12 giugno 2014 - 787 letture

In questo articolo si parla di economia, Confcommercio di Ascoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/5Bx