Assemblea di Confindustria Ascoli, Spacca: 'Recuperare la centralità dell'impresa per rafforzare la coesione sociale'

1' di lettura 30/06/2014 - “Nelle Marche c’è una consapevolezza forte: che non ci può essere sviluppo economico se non c’è coesione sociale e viceversa.

Purtroppo in Europa uno dei 10 obiettivi al 2020, quello dell’inclusione sociale, ha uno scostamento molto distante rispetto alle sue prospettive di realizzazione. Un ritardo drammatico, che va colmato facendo ricorso a soluzioni non banali, non conformiste come avvenuto sino ad oggi. Ma per valorizzare la persona, rafforzare la comunità e creare lavoro, occorre recuperare l’importanza dell’impresa, soggetto fondamentale per produrre economia reale, reddito e occupazione. Ovvero, ciò di cui oggi c’è maggiormente bisogno. L’impegno della Regione per sostenere tale prospettiva è forte. In campo ci sono azioni concrete per l’internazionalizzazione, la semplificazione burocratica, il potenziamento delle infrastrutture immateriali. Il percorso di crescita che si sta compiendo nella nostra Regione è a tre fattori: l’organizzazione imprenditoriale, la coesione sociale e la valorizzazione ambientale. Questa è la sola prospettiva che ci consente di guardare al futuro con un po’ di fiducia”.

Lo ha detto il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, intervenendo lunedì 30 giugno all'Assemblea generale ordinaria 2014 di Confindustria Ascoli Piceno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2014 alle 19:17 sul giornale del 01 luglio 2014 - 1382 letture

In questo articolo si parla di regione marche, economia, gian mario spacca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6Ce