Polemica sardine-oliva: 'Ascoliva' pronta ad avviare una raccolta di firme per Ascoli capitale dell’oliva

2' di lettura 10/07/2014 - “Il sindaco Castelli ha perfettamente ragione: come ci si può dimenticare dell’oliva ascolana, andando a scovare altri prodotti, da portare all’Expò, che niente hanno a che fare con le tipicità regionali? Adesso però bisogna attivarsi sul territorio e muoversi, per questo c’è la nostra manifestazione e per questo stiamo pensando ad una raccolta di firme per Ascoli capitale dell’oliva e, quindi, presente all’Expò”.

Ad alzare la voce a sostegno della battaglia del primo cittadino ascolano per tutelare e valorizzare l’immagine dell’oliva ascolana è ora l’associazione Ascoliva, promotrice dell’Ascoliva Festival, manifestazione che dallo scorso anno è nata proprio per promuovere e far conoscere Ascoli anche come capitale dell’oliva, mettendo a fuoco proprio la notorietà del più importante prodotto gastronomico del territorio. E la stessa associazione pensa anche ad una raccolta di firme proprio per rivendicare all’oliva ascolana il ruolo che le spetta e per tutelare Ascoli come capitale dell’oliva.

“Non si può pensare di rappresentare le Marche dal punto di vista gastronomico, - spiegano gli esponenti di Ascoliva – in un contesto importante come quello dell’Expò, senza tirare in ballo l’oliva ripiena ascolana che è il prodotto più conosciuto in Italia dopo il parmigiano reggiano e che, tra l’altro, è molto apprezzato anche all’estero. Da questo punto di vista, la nostra manifestazione, che quest’anno celebra la sua seconda edizione, nella settimana dal 9 al 17 agosto, vuole essere proprio un modo forte di tutelare il ruolo di Ascoli come capitale dell’oliva e come punto di riferimento in tal senso. In modo da contribuire a riscattare la città da decenni in cui nulla si è fatto, in questa direzione, a parte l’importante obiettivo raggiunto del marchio dop, soprattutto, e anche ad evitare possibili “scippi” della paternità di un prodotto che sarebbe un valore aggiunto per qualunque territorio”.

“La tutela di Ascoli e dell’oliva è fondamentale – conclude l’associazione – e proprio in questa direzione stiamo lavorando, confrontandoci con il presidente del Consorzio per la tutela dell’oliva dop, Leonardo Seghetti, e con tutti gli standisti che partecipano alla manifestazione, per andare proprio nella direzione dell’oliva ripiena dop. E’ anche per questo motivo che “Ascoliva Festival” va sostenuta, dai cittadini ascolani e dalle istituzioni, per crescere sempre di più”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2014 alle 14:50 sul giornale del 11 luglio 2014 - 933 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoliva festival

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/63J





logoEV