'Campi archeologici internazionali', studenti francesi in visita al Forte Malatesta

1' di lettura 17/07/2014 - La cooperativa Idrea di Andrea Mora e l’associazione Strategies Europeennes con l’instancabile Lulù Biondi, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica delle Marche (grazie alla Soprintendente Marche f.f. dott.ssa Lucentini e all’ispettrice di zona, prof.ssa Frapiccini), i comuni di Cupra  Marittima,  Alfortville (città gemellata con San Benedetto del Tronto), Massy (città gemellata con Ascoli Piceno) e Nory (città gemellata con Castorano) ripropongono anche per il 2014 il progetto didattico turistico ”Campi Archeologici Internazionali”, giunto alla quindicesima edizione.

Il progetto è una vera e propria gita d’istruzione “archeologica” che coinvolge i piccoli alunni francesi ospiti in Italia per una decina di giorni.

L’iniziativa, a carattere internazionale, promuove attività culturali soprattutto legate a tematiche archeologiche, culturali e artistico ambientali.

Diverse le attività dei laboratori sperimentali: nel parco archeologico di Cupra Marittima, nella ex cava del maestro scultore G. Giuliani di San Marco in Ascoli, nella bottega dei ceramisti Bozzi di Montottone, nel CEA di Smerillo.

Oltre agli incontri con le nostre scolaresche i giovani hanno potuto scoprire alcune eccellenze dell’agroalimentare del territorio ascolano e fermano.

Sabato 19 luglio, alle ore 15.30, i ragazzi francesi verranno accolti dal vice sindaco, Donatella Ferretti che li accompagnerà poi presso il Forte Malatesta, dove, presente l’artista, potranno visitare la mostra di Giuliano Giuliani “Il respiro della pietra” che raccoglie un'ampia selezione di opere, alcune di dimensioni rilevanti, dagli anni Novanta alla sua ultima produzione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-07-2014 alle 16:05 sul giornale del 18 luglio 2014 - 1362 letture

In questo articolo si parla di cultura, ascoli piceno, Comune di Ascoli Piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/7mi





logoEV