CinemaDivino, nel Chiostro S. Francesco la serata conclusiva

1' di lettura 27/08/2014 - Un bicchiere di buon vino, un buon film in pellicola 35 mm, il fascino di una sera d'estate illuminata dalle stelle ed ecco spiegato il successo di Cinemadivino, la rassegna cinematografica lungo un percorso enogastronomico che ha coinvolto importanti cantine del nostro territorio.

Edoardo VII diceva che “Il vino non si beve soltanto, si annusa, si osserva, si gusta, si sorseggia e … se ne parla” e quale modo migliore di gustarlo e parlarne, direttamente nelle cantine o nelle aie di aziende vitivinicole accompagnandolo con prodotti tipici del territorio preparati nello spazio gastronomico.

Gli obiettivi di Cinemadivino sono diversi: portare appassionati in cantina per far conoscere il lavoro dei produttori attraverso i loro racconti, la loro storia e la loro passione, il tutto assaggiando i prodotti del loro lavoro, per diffondere sempre di più la cultura del bere bene, avvicinando anche gli appassionati di cinema al vino di qualità e alla conoscenza del territorio.

Nato nel 2004 in Romagna, il progetto si è sviluppato progressivamente nel 2011 in Sardegna, nel 2012 in Piemonte, Lombardia e Marche,nel 2013 anche in Abruzzo, Basilicata, Trentino e Toscana e quest’anno è arrivato in Puglia e nel Lazio.

Quest'anno la serata conclusiva di Cinemadivino si terrà domenica 31 agosto, nella suggestiva cornice del chiostro di S. Francesco, con tutti i vini delle aziende che hanno partecipato al progetto e la proiezione del film “Piccola Patria”, con la partecipazione del regista Alessandro Rossetto e dell’attrice Lucia Mascino.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-08-2014 alle 12:32 sul giornale del 28 agosto 2014 - 1129 letture

In questo articolo si parla di cultura, ascoli piceno, Comune di Ascoli Piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/8X4