San Benedetto del Tronto: ascolano si ferisce con un petardo al veglione di Capodanno

1' di lettura 01/01/2015 - La notte di Capodanno è trascorsa abbastanza tranquilla con pochi incidenti degni di nota per i 'botti'. Diversi i soccorsi a persone che avevano brindato troppo nei locali del centro ma nessuno, per fortuna, di una certa rilevanza.

Possiamo dire che le ordinanze dei comuni di San Benedetto e di Grottammare che hanno messo al bando lo sparo di petardi e mortaretti e l’accensione di botti e artifici pirotecnici di ogni sorta, anche di quelli con solo effetto illuminante hanno sortito i loro effetti e la notte di San Silvetro in riviera è passata tranquilla dal punto di vista della sicurezza.

Soltanto un uomo R.E. di 47 anni di Ascoli Piceno è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso per lo scoppio di un mortaretto durante un veglione di Capodanno in un ristorante a Martinsicuro. Trasportato all'ospedale di San Benedetto, è stata medicato per una brutta ferita alla mano destra con rimozione di corpo estraneo.

I medici gli hanno dato una prognosi di otto giorni.






Questo è un articolo pubblicato il 01-01-2015 alle 18:29 sul giornale del 02 gennaio 2015 - 1506 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Comune di San Benedetto del Tronto, Alessia Rossi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adym





logoEV