Calcio, Ascoli: le dichiarazioni dei protagonisti dopo la vittoria contro il Tuttocuoio

4' di lettura 25/01/2015 - In sala stampa nel post partita di Ascoli-Tuttocuoio il pensiero dell’Ascoli è tutto per Andrea Ferretti. E’ il Direttore Generale Gianni Lovato, a nome della società bianconera, a dedicare il successo proprio al diciottenne giornalista del portale ascolinews e da sempre tifoso del Picchio:

La vittoria non può che essere dedicata ad Andrea” – ha detto in mixed zone e in sala stampa il Direttore Generale – “Il nostro pensiero va anche ai famigliari in questo momento difficile, ci auguriamo che Andrea torni presto qui allo stadio con noi”.

Poi il punto sul calcio mercato: “Vittoria importante con gol di pregevolissima fattura, d’altra parte abbiamo una rosa ricca, la panchina che avevamo credo che non si veda neanche in Serie B: Mori, Perez, Cristiano Rossi, Grassi, Nardini. Se finiremo il mercato col botto? Di botti ne abbiamo fatti già tre e si chiamano Tripoli, Nardini e Grassi; se poi ci sarà la possibilità di migliorare un già ottimo gruppo, lo faremo con un altro tassello a centrocampo, ma solo se si tratterà di un innesto di qualità. Per questo ruolo abbiamo un paio di trattative per giocatori di livello e, proprio perché di livello, non sarà facile portare a termine una delle due. Caponi? Ce lo hanno proposto, è un ottimo giocatore, ma non ha le caratteristiche che stiamo cercando. Il mercato di Lega Pro può presentare anche delle situazioni importanti in modo inaspettato e quindi, se dovessero venire fuori cose clamorose, le valuteremo”.

L’ultima battuta è sulla gara: “Nel primo tempo ci siamo presi qualche pausa di troppo: quando siamo andati subito in vantaggio, speravo che avessimo eliminato i residui della gara de L’Aquila, ma poi quando il Tuttocuoio ha pareggiato, ho ripensato alla partita con gli abruzzesi. Poi la reazione e la voglia di fare che abbiamo messo in campo mi sono piaciute molto. I toscani sono stati un avversario con un’ottima organizzazione, ma sinceramente alla nostra portata”.


Mister Petrone: “Vittoria dedicata ad Andrea, che ci metta tutta la grinta che mettiamo noi in campo perché la sua è una partita molto più importante della nostra”. "Nella nostra squadra tutti sono importanti, che si giochi cinque, dieci o trenta minuti, tutti danno il proprio contributo alla causa. Grassi? Ha dato continuità alla partita e in fase di non possesso palla si è sacrificato come Berrettoni prima di lui, Mustacchio, Altinier e Perez quando è entrato. I recuperi di Tripoli e Chiricò, anche se per il secondo i tempi sono più lunghi, potranno consentire all’Ascoli di dire la sua, quindi ben venga il loro recupero per la seconda fase del campionato. E’ vero che il progetto della società per tornare in B è triennale, ma si sa che l’appetito vien mangiando”.


Mattia Mustacchio: Sì, ho segnato un gran gol, così come i miei compagni, ma se uno non prova a fare quelle giocate, non può prendersi certe soddisfazioni, mi piace osare e è andata bene. La vittoria è dedicata ad Andrea Ferretti e il gol al mio papà Paolo, che è stato salvato per un pelo e martedì è uscito dall’ospedale. In questo momento sto bene mentalmente e fisicamente, ho superato dei piccoli acciacchi; abbiamo dimostrato di aver compreso gli errori commessi a L’Aquila e siamo stati bravi a rialzarci subito. Grassi? Si è inserito immediatamente, è un gran bravo ragazzo e il nostro è un gruppo molto unito e compatto. Al di là del risultato, il Tuttocuoio si è mostrato buonissima squadra, per noi era praticamente un test, eravamo ancora tutti arrabbiati neri per il match della settimana scorsa e volevamo dare un bel segnale”.

Cristian Altinier con la doppietta ha raggiunto e poi superato le cento marcature fra i professionisti: “E’ una piccola soddisfazione personale“ – ha dichiarato a caldo l’attaccante bianconero – “101 gol sono tanti, ricordo ancora la mia prima rete con la maglia del Mantova. Dopo la rete del vantaggio pensavamo che la gara sarebbe stata più facile, ma il Tuttocuoio ha meritatamente raggiunto il pari; a quel punto ci siamo svegliati e abbiamo avuto una bella reazione. Ora dobbiamo avere un atteggiamento migliore anche in trasferta, vogliamo e dobbiamo fare di più. Nel girone di ritorno tutte le squadre danno il tutto per tutto e quindi sappiamo che contro il San Marino lunedì prossimo ci aspetta una partita ostica. Al momento non saprei dire quale può essere l’avversario più temibile, sotto di noi si alternano tante squadre; pensiamo al nostro gruppo e al nostro percorso. Le voci sull’arrivo di un altro attaccante? Se arriverà un nuovo giocatore nel reparto avanzato non ci saranno certo problemi; se, al contrario, non dovesse arrivare, continueremo noi senza altrettanti problemi”.



Foto: www.ascolipicchio.com








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-01-2015 alle 23:43 sul giornale del 26 gennaio 2015 - 1834 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, ascoli, ascoli calcio, ascoli calcio 1898

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeug