Il regista ascolano Giuseppe Piccioni nella giuria del Festival di Belgrado

1' di lettura 04/03/2015 - E’ l’unico regista italiano nella Giuria internazionale che decreterà il vincitore della 43ma edizione di “Fest”, il Festival Internazionale del Cinema di Belgrado. Si tratta di Giuseppe Piccioni, in questi mesi al lavoro con una nuova pellicola, reduce dal successo della sua ultima opera, “Il rosso e il blu”, che dopo le sale ha conquistato anche il pubblico televisivo.

Proposto recentemente da Rai3 in prima serata, nell’ambito di un ciclo sul Cinema italiano, il film con Margherita Buy, Roberto Herlitzka e Riccardo Scamarcio ha ottenuto il risultato migliore con un milione e 340 mila telespettatori, per uno share del 4,86%.

Il Festival di Belgrado, nel corso dei 40 anni di attività, è diventato uno dei più importanti avvenimenti della Serbia e degli interi Balcani. L’edizione 2015, dal titolo “Siamo qui! Nella Costellazione dei Vincitori” si è aperta venerdì con la proiezione di “Saint Laurent”, di Bertrand Bonello, sulla vita del grande stilista francese, e si conclude domenica 8 marzo.

Per l’Italia è in concorso “Incompresa” (2014) di Asia Argento mentre uno spazio particolare è dedicato a Pier Paolo Pasolini. Insieme a Giuseppe Piccioni, nella giuria di esperti per il programma principale ci sono le attrici Neda Arneric e Deborah Kara Unger, i registi Srdjan Dragojevic, Maja Milos e Liu Die e Ellen Kuras, direttore della fotografia. Durante l’evento sono presentate 242 opere, con 90 anteprime e 34 proiezioni ripetute.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2015 alle 18:49 sul giornale del 05 marzo 2015 - 850 letture

In questo articolo si parla di cinema, spettacoli, giuseppe piccioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aggn





logoEV