Montemonaco: valanga nella notte, isolata la frazione Foce

2' di lettura 06/03/2015 - Una valanga caduta nella notte ha isolato la frazione Foce del Comune di Montemonaco (AP). Per le nove persone abitanti, tra cui anziani, si è tentata un’operazione di recupero con un elicottero del Corpo Forestale partito da Rieti.

L’operazione non è riuscita a causa del forte vento in quota che ha costretto l’equipaggio a rientrare alla base. L’intervento verrà ripetuto domani. Gli abitanti, senza alimentazione elettrica, stanno bene e hanno assicurato un’autosufficienza per le prossime 24-48, rimanendo in stretto contatto con le autorità che seguono la situazione. Sul posto anche una squadra della Protezione civile regionale. il punto della giornata è stato fatto nel corso di una riunione del dipartimento regionale della Protezione civile, presso la Sala operativa unificata. “Le copiose nevicate della notte scorsa hanno causato la caduta di una grande valanga dalle pendici del monte Sibilla che è arrivata in prossimità del primo tratto della gola, con un fronte di oltre 2-300 metri. La rimozione della massa nevosa richiederà diversi giorni di lavoro”, riferisce l’assessore Paola Giorgi, che ha presieduto l’incontro.

“L’andamento del maltempo ha seguito l’evoluzione prevista, sia per quanto riguarda i valori meteo, che i disagi attesi – continua Giorgi – Stiamo valutando la situazione anche per vedere se l’entità delle situazioni segnalate consentano di richiedere la continuazione dello stato di emergenza per gli eventi dello scorso 4 febbraio, dal momento che i nuovi danni rilevati vanno a sommarsi a quelli del mese scorso. Una certezza, comunque, va sottolineata: tutto il sistema della protezione civile regionale ha reagito e sta reagendo con la solita professionalità e abnegazione, sempre mostrata nelle varie emergenze che hanno colpito il nostro territorio”.

L’aeroporto delle Marche di Falconara Marittima ha ripreso la completa operatività, dopo l’incidente di ieri che ha coinvolto, senza feriti, un cargo aeromobile con tre persone a bordo. A distanza di quattro ore dall’incidente, dalle 23.30 di ieri notte il traffico notturno è tornato alla regolarità con i previsti atterraggi e decolli. Permangono disagi alle utenze elettriche, a seguito dei distacchi causati dai danneggiamenti a numerose cabine Enel, con punte di utenza disalimentate che hanno superato, ieri, i 20 mila allacci su tutto il territorio regionale, ora in fase di graduale ripristino. Permane alta la vigilanza lungo i corsi d’acqua e il monitoraggio delle frane, che hanno già causato disagi alla circolazione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2015 alle 14:30 sul giornale del 07 marzo 2015 - 1714 letture

In questo articolo si parla di cronaca, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aglB





logoEV