Prysmian, l'on. Terzoni presenta un'interrogazione al Ministro dello Sviluppo Economico

1' di lettura 12/03/2015 - “Quando racconto quello che sta accadendo ad Ascoli Piceno con la multinazionale Prysmian faccio fatica ad essere creduta. Una azienda che gode di ottima salute, che solo pochi mesi fa distribuiva premi di produzione ai dipendenti, decide di punto in bianco di chiudere bottega e trasferire tutto in altri stabilimenti al Sud.

Sarebbe quasi normale se non fosse che il tutto sembra sia stato avviato da fondi pubblici messi a disposizione dal Ministero per lo Sviluppo Economico ai quali la stessa azienda ha avuto accesso per 32 milioni di euro mediante la partecipazione a un bando destinato allo sviluppo delle attività nelle regioni del Sud Italia. Così i soldi pubblici non vengono utilizzati per creare occupazione ma addirittura per diminuirla in alcune aree. Ho incontrato i lavoratori della Prysmian di Ascoli Piceno poche settimane fa e sono rimasta colpita da questa situazionegrottesca. Ho depositato una interrogazione rivolta al Ministro dello Sviluppo Economico con la quale chiedo come sia possibile che finanziamenti pubblici possano provocare queste situazioni e di riferire riguardo alla regolarità del bando. Chiedo anche di salvaguardare la capacità produttiva dello stabilimento di Ascoli Piceno intervenendo in tutti i modi possibili compreso quello di fare in modo che i macchinari non vengano portati via. In questo modo si darebbe almeno la possibilità di acquisire una azienda sana e produttiva a chi fosse interessato.”


da On. Patrizia Terzoni
Movimento 5 Stelle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-03-2015 alle 21:55 sul giornale del 13 marzo 2015 - 866 letture

In questo articolo si parla di lavoro, fabriano, Movimento 5 Stelle, On. Patrizia Terzoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/agFX





logoEV