Calcio: Eccellenza, il Monticelli ne rifila 4 al Trodica

5' di lettura 21/03/2015 - Stratosferico. È, certamente, l´aggettivo migliore per descrivere l´atteggiamento espresso, oggi, dal Monticelli.

La formazione del presidente Franco Paoletti, nell´anticipo della ventisettesima giornata del Campionato di Eccellenza, giocando un ottimo calcio, rifila un secco "poker" ad un Trodica, sempre più relegato nelle zone basse della classifica.
La squadra di mister Morreale, a dire il vero, ha fatto quello che ha potuto ma, stavolta, c´è stato poco da fare, contro la compagine ascolana che, con energia e vigore, quasi da subito, ha impresso il suo "marchio" sul match.
Sin dalle prime battute, andando vicinissimo alla marcatura con i vari Traini, Ludovisi e Filipponi.
E proprio il centrale del Monticelli, all´11´, "salito" in area avversaria, su calcio di punizione battuto da Rega,
porta in vantaggio il Monticelli.
Il raddoppio, cinque minuti più tardi.
Azione che parte, dall´altra parte del terreno di gioco, da un corner del Trodica;
Ludovisi, in aiuto alla sua difesa, salta di testa ed appoggia a Rega che, come un fulmine, riparte in contropiede.
Più di quaranta metri, fatti a gran velocità, seguito, a sinistra, da Traini e, sul lato opposto, dallo stesso Ludovisi che, all´altezza della lunetta, riceve palla; qualche passo dentro l´area poi il suo destro, ad incrociare, che si insacca all´angolino basso, alla destra del portiere Zallocco. 2-0
Al 18´, Petrucci, dal limite, prova il tris, ma è poco fortunato e la conclusione finisce di poco fuori.
Alla mezzora, nel cerchio di centrocampo, su una palla alta, saltano insieme e si scontrano, Filipponi e Petruzzelli.
Purtroppo, il centrocampista ospite è costretto ad uscire e ricorrere alle cure del Pronto Soccorso dell´ospedale Mazzoni, mentre il centrale biancazzurro, dopo le cure dei sanitari, rientra con una vistosa fasciatura.
Questo episodio, abbassa, forse, un po´ il ritmo.
Solo verso la fine di tempo, c´è una reazione del Trodica, con due conclusioni dell´attaccante Dell´Aquila; la prima, al minuto 40´, con un colpo di testa su cross di Tenace e, due minuti più tardi, con un tiro insidioso, dai sedici metri.
In entrambe le occasioni, Calvaresi è attentissimo e sventa la minaccia.
La prima parte, si chiude con un bel tiro di Grilli, finito sopra la traversa.
Dopo l´intervallo, il team guidato da mister Stallone, rientra motivatissimo e continua ad "imbastire" azione su azione.
Soprattutto, sulla fascia sinistra dove l´asse Monaco-Rega, va che è un piacere.
Da un loro "fraseggio", al 64´, Rega entra, prepotentemente, in area e viene messo giù da Ortolani.
Il signor Ridolfi, direttore di gara di Pesaro, a due passi, decreta il rigore.
Sul dischetto va Petrucci che poi lascia a Ludovisi.
Per il numero nove ascolano, potrebbe essere la seconda doppietta consecutiva, ma angola, forse, un po´ troppo
e il suo tiro, all´altezza del set, finisce fuori.
La terza rete, giunge al 68´.
Parte da un bel lancio di Traini che, dalla propria metà campo, pesca, bene, Petrucci che, sullo scatto, "brucia" il suo diretto avversario poi, davanti al portiere (così come ha fatto Tevez con Morata, nella gara di Champions), invece di concludere, serve al centro il liberissimo Rega a cui basta, solo, spingere in fondo al sacco.
Quarta rete, al 79´.
Monaco, ancora, velocissimo sulla sinistra, "pennella" per l´accorrente Cacciatori (che al 70´ ha rilevato Ludovisi), che batte tutti sul tempo ed insacca di testa.
Per il Trodica, rileviamo, soltanto, due tiri, per giunta, alquanto, "velleitari" di Meschini e del nuovo entrato Ramadori, dalla distanza.
Ultimi sussulti, all´86´, con un gran sinistro di Battilana (dal 74´ al posto di Petrucci) che colpisce una clamorosa traversa e Gesuè (dall´80´ in sostituzione di Rega) che impegna l´estremo difensore maceratese.
"E´ stata una gara che abbiamo disputato con grande concentrazione ed impegno" -
ci ha detto alla fine il "bomber" Dario Ludovisi.
"Peccato per quel rigore fallito. Sarebbe stato bello poter ripetere una doppietta, dopo una settimana.
Dal nostro sito "ufficiale", voglio, comunque, ringraziare questo gruppo, davvero eccezionale, il mister e tutta la società che, nonostante i tanti problemi che ho avuto, mi hanno, ugualmente, aspettato,.
Solitamente, nel mondo del calcio, avviene il contrario.
Un grande gesto, per me molto importante e significativo."

A tre giornate dal termine, i biancazzurri, salgono a 44 punti.
In attesa delle gare domenicali, superano, temporaneamente, il Vismara ed affiancano, in terza posizione, il Montegiorgio.
Domenica 29 marzo, alle ore 16, trasferta a Senigallia, contro la Vigor.


TABELLINO

A.S.D. MONTICELLI: Calvaresi, Poli, Monaco, Sosi, Filipponi, Alijevic, Petrucci (74´ Battilana), Traini, Ludovisi (71´ Cacciatori), Grilli, Rega (80´ Gesuè).
A disp: Pompei, Menchini, Carboni, Filiaggi. All. Nico Stallone

TRODICA: Zallocco, Castracani, Polinesi (46´ Bartolucci), Ciucci, Ortolani, Mengo, Tenace, Petruzzelli (30´ Ramadori), Dell´Aquila, Meschini, Maddaluno (46´ Lambertucci).
A disp.: Bonifazi, Mariani, Bartolucci, Tartabini. All. Vincenzo Morreale.

Arbitro: Sig. Filippo Ridolfi di Pesaro. Assistenti: Luca Evandri di Fermo - Marco Santarelli di Ancona.

Reti: 11´ Filipponi, 16´ Ludovisi, 68´ Rega, 79´ Cacciatori

Ammoniti: Mengo, Tenace.

Angoli: 13 -7 per il Monticelli












Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2015 alle 21:08 sul giornale del 23 marzo 2015 - 770 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, ascoli piceno, ascoli, monticelli, dilettanti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ag5t





logoEV