Calcio, Ascoli Picchio: dall'inferno al paradiso, i bianconeri risorgono all'ultimo minuto

3' di lettura 19/04/2015 - Al Del Duca va in scena la 35a giornata di Lega Pro Girone B. I bianconeri in cerca di riscatto affrontano la Carrarese.

Inizia il match e dopo nemmeno un minuto scatta la prima ammonizione per Di Sabato (C), dopo un'entrataccia in fase di pressing.

Al 6′ minuto la Carrarese trova il gol con Gherardi. Grande azione degli ospiti che pescano il numero 11 in area e tutto solo batte l'incolpevole Lanni.

Ci si aspetta ora la reazione dell'Ascoli invece dopo soli 3 minuti gli ospiti rischiano di raddoppiare e solo uno strepitoso Lanni salva sulla riga. I bianconeri non reagiscono e anzi subiscono il gioco della Carrarese.

Il primo spunto arriva al 23' quando Addae va sul fondo, mette in mezzo ma Altinier viene anticipato dalla difesa ospite.

27′, Gherardi salta i difensori ascolani come fossero birilli e dal limite dell'aerea non lascia scampo a Lanni.

Ora per l'Ascoli si fa davvero dura: poco gioco, poca testa, poco carattere. Dalla Sud si alza un "Petrone vattene via".

Il Picchio prova una reazione con Mustacchio il cui tiro però viene deviato da Zanotti (C) e Altinier che spara alto da ottima posizione.

Addae al 40' accorcia le distanze con un grandissimo tiro che batte l'estremo difensore dei toscani.

Dopo 2' di recupero l'arbitro Forneau manda tutti negli spogliatoi. Il primo tempo termina 2-1 per la squadra ospite.

Inizia la ripresa e Petrone effettua subito un cambio: Chiricò per Pirrone.

Al 58' Lanni sbaglia l'uscita ma Addae grazie ad un prodigioso recupero blocca il tiro di Cellini (C) che aveva calciato a porta vuota.

Belcastro (C) scalcia Cinaglia e l'arbitro estrae il secondo giallo: ora la Carrarese è in 10.

Cambio per l'Ascoli: fuori Mustacchio e dentro Perez.

Addae uno dei migliori ci prova con una gran botta da fuori ma il pallone non inquadra la porta per pochi centimetri.

All'83 i bianconeri manovrano, palla in mezzo all'area dei toscani, Addae fa la torre e serve un gran pallone per Perez che di testa non può sbagliare. Pareggio dell'Ascoli. Palla al centro e crederci ora.

In pieno recupero, quando ormai mancano pochi istanti alla fine del match, Grassi mette un'ottima palla per Altinier che si fa trovare pronto e con un tocco sotto mette la palla in rete. Sorpasso incredibile dell'Ascoli!

Triplice fischio dell'arbitro. Il Picchio batte la Carrarese 3 a 2, vincendo all'ultimo secondo una gara incredibile che l'ha visto rimontare due gol e superare i toscani. Un Ascoli sicuramente deficitario sotto tanti aspetti ma da lodare per averci creduto fino alla fine.

Tabellino:

Marcatori: 6′, 27′ Gherardi (C), 40′ Addae, 83′ Perez, 90+3′ Altinier.

ASCOLI (4-2-3-1): Lanni; Avogadri, Pelagatti, Cinaglia, Dell’Orco; Addae, Altobelli; Mustacchio, Grassi, Chiricò; Altinier.

A disposizione: Ragni, Mori, Nardini, Pirrone, Berrettoni, Tripoli, Perez.

Allenatore: Petrone.

CARRARESE (4-4-1-1): Zanotti; Berra, Teso, Massoni, Lancini; Brondi, Castagnetti, Di Sabato, Gherardi; Belcastro; Cellini.

A disposizione: Anedda, Battistini, Beltrame, Galli, Ademi, Di Nardo, Merini.

Allenatore: Remondina.


di Michele Piccioni
redazione@vivereascoli.it
 







Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2015 alle 13:06 sul giornale del 20 aprile 2015 - 1223 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, ascoli, vivere ascoli, Michele Piccioni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aif5





logoEV