Progetto Me.Te, le novità della terza edizione

3' di lettura 01/05/2015 - Il Laboratorio Minimo Teatro assieme ai partner tecnici e artistici ( Palafolli – Passi sul Pentagramma – Music Academy Ascoli ) presenta il percorso di integrazione sociale MeTe Abili Equilibri d’Arte giunto al suo terzo anno di attività consecutiva.

Anche quest’anno alcune novità : l’iniziale percorso che inizialmente era dedicato al teatro e che già lo scorso anno si era arricchito della sezione dedicata alla danza, quest’anno ha visto l’ulteriore arricchimento della sezione dedicata a canto/musica.

Quest’anno quindi previsti tre percorsi distinti su tre discipline artistiche : Teatro , Danza, Musica/Canto che vogliono mettere a confronto le differenti Abilità dei partecipanti in una sorta di Abili Equilibri d’arte che contenga sia il processo creativo ed artistico che quello sociale e di integrazione e sensibilizzazione. Il nome ha proprio lo scopo di sottolineare l’obiettivo dell’incontro tra Me – Te, incontro di realtà e soggettività diverse che entrano in contatto, conoscenza e crescita reciproca attraverso la mediazione artistica per raggiungere la o le Mete, il traguardo finale. E’ scontato che tale traguardo viene raggiunto non esclusivamente con la realizzazione finale di una lezione dimostrativa aperta al pubblico ma in maniera determinante con il “mettersi in movimento” sul percorso stesso . Sono 50 i partecipanti totali di MeTe 2015 che sono assistiti nel percorso da insegnanti professionisti e operatori sociali. Rimane la stessa la duplice “mission” del progetto MeTe : l’integrazione di persone diversamente abili con i giovani normodotati con il fine di far partecipare i primi ad esperienze aggregative e socializzanti e favorire l’apertura dei normodotati verso le difficoltà e le differenze di coetanei che scopriranno a volte più liberi in una piattaforma emozionale come quella creata dal percorso artistico .

I percorsi hanno avuto la durata di 5 mesi con incontro di frequenza settimanale e vedranno il loro traguardo nel mese di Maggio/Giugno con la realizzazione dei tre momenti conclusivi. I tre percorsi e la presentazione del momento finale hanno visto “vita” presso la struttura del Palafolli che ha visto nella Compagnia dei Folli un partner fondamentale fin dalla sua genesi.

Le tre insegnanti responsabili delle tre sezioni dedicate sono : Elisa Maestri ( Laboratorio Minimo Teatro ) – Annarosa Piacenti ( Passi sul Pentagramma ) – Cristina Paolini ( Music Academy Ascoli ) coadiuvate dalle assistenti di staff ( Mara Mancini – Roberta Carboni – Sabrina Santinelli ). La direzione di Staff è svolta da Roberto Paoletti e la segreteria è condotta da Lara Ciaffardoni .

Tutto questo è possibile anche quest’anno per coloro che hanno finanziato ma soprattutto creduto all’iniziativa : Il Presidente del BIM Tronto Luigi Contisciani in primis e gli altri partner istituzionali: Acli Provinciale di Ascoli Piceno e Coop. Pagefha ed inoltre gli sponsor privati: Impresa Gaspari Gabriele, Elantas ed Eurogomme.

Ultima novità di quest’anno la nascita dell’Associazione di Promozione Sociale ed Artistica denominata “La Casa di Asterione” che collabora attivamente al progetto MeTe . L’Associazione nasce per volontà di alcuni iscritti del Laboratorio Minimo Teatro sempre attenti alla progettualità artistica rivolta ai percorsi di integrazione e recupero sociale . Mission principale l’utilizzo della mediazione artistica in vari campi sociali: interculturale, disabilità, tossicodipendenza, istituti di pena, on the road , terza età e disagio sociale in genere. Lo staff degli insegnati di MeTe fanno parte della neonata associazione che è presieduta dal Presidente Roberto Paoletti e dalla Vice Presidente Mara Mancini assieme ad altri professionisti del settore dell’educazione e della pedagogia di sostegno . Lo staff comprende inoltre professionisti nell’area dell’assistenza medica e sociale ( assistenti sociali – psicologi – operatori sociali – volontari ) ed opererà nell’area del territorio regionale .








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-05-2015 alle 11:29 sul giornale del 02 maggio 2015 - 692 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Compagnia dei folli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aiPp





logoEV