Discarica di Relluce, Ugl: 'Critica situazione all'impianto di compostaggio'

1' di lettura 14/05/2015 - I rifiuti che passano per l’impianto di Relluce, subiscono il trattamento e poi escono per essere trasportati alla GETA; la PICENAMBIENTE ha il compito del trasporto.

Per ogni giorno deve mantenere la media di 12 interventi di prelievo, onde evitare accumuli di rifiuti; se una giornata fa 8 trasporti il giorno successivo ne deve fare 16 per recuperare e mantenere pulito l’impianto.

Dai primi di maggio la PICENAMBIENTE è scesa sotto la soglia dei 12 interventi giornalieri; l’impianto si è intasato a dismisura con alterazione delle condizioni ambientali e forte disagio e proteste da parte dei lavoratori.

La UGL denuncia questa situazione inaccettabile; i lavoratori che operano nell’impianto di Relluce hanno già una marcata criticità per condizioni ambientali difficili, considerata la natura dell’impianto; con l’intasamento di oggi e l’accumulo dei rifiuti nelle vasche e l’impossibilità di effettuare le normali azioni di pulizia, tutti i parametri ambientali sono schizzati in alto; la salute e la sicurezza non sono valori negoziabili.

Certamente ci sarà un rapporto quadrangolare tra PICENAMBIENTE, PROVINCIA, ATA ed ASCOLI SERVIZI COMUNALI; ma una volta che PICENAMBIENTE ha assunto su di sé l’onere del trasporto dei rifiuti che escono dopo la lavorazione dall’impianto di Relluce, ha su di sé la responsabilità a mantenere pulito l’impianto.

I lavoratori di Relluce non possono pagare in salute e sicurezza per impegni non rispettati.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2015 alle 10:44 sul giornale del 15 maggio 2015 - 828 letture

In questo articolo si parla di attualità, ugl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajoQ





logoEV