3BMeteo: 'Incubo gran caldo fino almeno al 10 Luglio'

Caldo 2' di lettura 02/07/2015 - “Si conferma una prolungata ed intensa ondata di calore sull’Italia, paragonabile per intensità a quella dell’Estate 2003” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, che spiega – “almeno per una settimana il caldo si farà più intenso giorno dopo giorno in particolare al Nord, Toscana, Lazio e Sardegna dove si potranno registrare picchi di oltre 36-38°C a partire dal weekend; qui le temperature potranno essere sopra le medie anche di oltre 7-10°C, specie sulle Alpi dove lo zero termico si porterà sopra i 4000m con punte di oltre 30°C anche a 1000m."

"Da lunedì alcune aree del Nord e della Toscana potranno persino sfiorare punte di 38-40°C: tra le città più roventi Milano, Torino, Bologna, Ferrara, Mantova, Verona, Treviso, Bolzano, Trento, Firenze e Grosseto. Caldo invece del tutto normale per il periodo su adriatiche ma soprattutto al Sud e Sicilia, esposte a correnti nord orientali che smorzeranno i bollenti spiriti dell’anticiclone africano”.

Afa in aumento specie lungo le coste e nei grandi centri urbani del Nord, dove dal fine settimana si potrà soffrire il caldo anche di notte” – prosegue Ferrara – “in particolare la Valpadana accumulerà calore che giorno dopo giorno sempre meno riuscirà a smaltire durante le ore notturne, specie nelle città dove la situazione verrà ulteriormente aggravata dall’isola di calore urbana. Entro lunedì prossimo le minime notturne potrebbero non scendere sotto i 25-26°C su diverse zone del Nord ma localmente anche lungo le coste tirreniche, a Milano non escludiamo minime persino superiori ai 28°C; una situazione simile per l’appunto all’Estate 2003. In ogni caso nelle ore serali si potranno avere ancora temperature intorno ai 31-32°C (specie da domenica), che verranno percepite come ben superiori a causa dell’aumento dell’umidità serale con conseguenze accentuazione dell’afa”.

La canicola potrebbe venire parzialmente smorzata al Nord dopo il 9-10 Luglio a suon di forti temporali” – conclude l’esperto – “in particolare su Alpi e Prealpi, lambite da correnti più fresche nord atlantiche. Al Centrosud invece la canicola potrebbe non solo non smorzarsi, ma intensificarsi ulteriormente almeno fino a metà Luglio. Insomma l’Estate 2015 ha tutta l’intenzione di fare sul serio”.

Caldo e afa anche nel Piceno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2015 alle 14:08 sul giornale del 03 luglio 2015 - 1248 letture

In questo articolo si parla di attualità, 3bmeteo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alpl